Hemiptera Auchenorrhyncha are a basic component of the fauna of phytophagous insects in most terrestrial ecosystems and are also characterized by high taxonomic diversity. Despite important recent progress, knowledge about Italian fauna is still partially incomplete, both from a faunistic and taxonomic, as well as ecological point of view. The aim of the research was to investigate the Auchenorrhyncha fauna of the Aspromonte Massif, which is known to be an important biodiversity hotspot in the Apennine biogeographical context. The research, which is still ongoing, began in June 2018 and involved sampling carried out in different types of habitats and in different seasons, taking into account the considerable ecological diversity present in Aspromonte. In particular, forest habitats, mountain and summit grasslands, wetlands, as well as markedly xerophilous and Mediterranean scrub habitats were investigated. The first results confirm that the Auchenorrhyncha fauna of Aspromonte is of considerable interest and needs to be further studied, mainly for the presence of endemic species still unknown and for the faunistic and chorological interest of many findings. Some species new for science have been found, one already published (Psammotettix aspromontanus Poggi, Manti et Castiglione) and others whose description is in progress, belonging to the genera Chlorita, Jassargus, Aconurella and Doratura, whilst specimens attributable to others probably new taxa are under ongoing studies, belonging to the genera Florodelphax and Arocephalus. Among the numerous findings of faunistic interest, there is the collection, after forty years from the last published finding, of the endemic subspecies from Calabria Conomelus lorifer calabricus Dlabola, however new for Aspromonte. Another example of interesting finding is Zygina luteipennis Rey, a species for which there are only old citations from southern France and, generally, from Italy, without further specification; this finding makes possible a taxonomic study of this species, necessary for a long time. These results confirm once again the high interest of the entomological fauna of Aspromonte, characterized by a high rate of biodiversity and endemicity.

Gli Hemiptera Auchenorrhyncha rappresentano una componente fondamentale della fauna di insetti fitofagi nella maggior parte degli ecosistemi terrestri e sono caratterizzati, altresì, da un’elevata diversità tassonomica. Nonostante importanti recenti progressi, le conoscenze sulla fauna italiana sono ancora parzialmente incomplete, sia dal punto di vista faunistico che tassonomico ed ecologico. Scopo della ricerca è stato quello di indagare la fauna ad Auchenorrhyncha del massiccio dell’Aspromonte, il quale è, notoriamente, un importante hotspot di biodiversità nel contesto biogeografico appenninico. Le ricerche, tuttora in corso, sono iniziate nel giugno del 2018 ed hanno comportato campionamenti effettuati in diverse tipologie di habitat e in diverse stagioni, tenendo conto della notevole diversità ecologica presente in Aspromonte. In particolare, sono stati indagati habitat forestali, praterie montane e sommitali, zone umide, nonché ambienti marcatamente xerofili e di macchia mediterranea. I primi risultati confermano che la fauna ad Auchenorrhyncha dell’Aspromonte è di notevole interesse e necessita di essere ulteriormente studiata, in particolare per la presenza di specie endemiche ancora inedite e per l’interesse faunistico e corologico di molti reperti. Sono state rinvenute alcune specie nuove per la scienza, una già pubblicata (Psammotettix aspromontanus Poggi, Manti et Castiglione) ed altre la cui descrizione è in corso, appartenenti ai generi Chlorita, Jassargus, Aconurella e Doratura, mentre sono in studio esemplari ascrivibili ad altri taxa, probabilmente inediti, appartenenti ai generi Florodelphax e Arocephalus. Tra i numerosi ritrovamenti di interesse faunistico, citiamo la raccolta, dopo una quarantina d’anni dall’ultimo reperto pubblicato, della sottospecie endemica di Calabria Conomelus lorifer calabricus Dlabola, comunque nuova per l’Aspromonte. Altro esempio di reperto interessante è quello riferito a Zygina luteipennis Rey, specie per la quale esistono soltanto vecchie citazioni per la Francia meridionale e, genericamente, per l’Italia, senza ulteriore specificazione; tale ritrovamento rende possibile un approfondimento tassonomico necessario da tempo. Questi risultati confermano ulteriormente l’alto interesse della fauna entomologica dell'Aspromonte, caratterizzata da un elevato tasso di biodiversità ed endemicità. Ricerca finanziata nell’ambito del progetto di studio e ricerca sulla biodiversità degli ambienti umidi del PN dell’Aspromonte.

Research on Hemiptera Auchenorrhyncha of Aspromonte (southern Italy)

Bonsignore C. P.
Membro del Collaboration Group
;
2021

Abstract

Gli Hemiptera Auchenorrhyncha rappresentano una componente fondamentale della fauna di insetti fitofagi nella maggior parte degli ecosistemi terrestri e sono caratterizzati, altresì, da un’elevata diversità tassonomica. Nonostante importanti recenti progressi, le conoscenze sulla fauna italiana sono ancora parzialmente incomplete, sia dal punto di vista faunistico che tassonomico ed ecologico. Scopo della ricerca è stato quello di indagare la fauna ad Auchenorrhyncha del massiccio dell’Aspromonte, il quale è, notoriamente, un importante hotspot di biodiversità nel contesto biogeografico appenninico. Le ricerche, tuttora in corso, sono iniziate nel giugno del 2018 ed hanno comportato campionamenti effettuati in diverse tipologie di habitat e in diverse stagioni, tenendo conto della notevole diversità ecologica presente in Aspromonte. In particolare, sono stati indagati habitat forestali, praterie montane e sommitali, zone umide, nonché ambienti marcatamente xerofili e di macchia mediterranea. I primi risultati confermano che la fauna ad Auchenorrhyncha dell’Aspromonte è di notevole interesse e necessita di essere ulteriormente studiata, in particolare per la presenza di specie endemiche ancora inedite e per l’interesse faunistico e corologico di molti reperti. Sono state rinvenute alcune specie nuove per la scienza, una già pubblicata (Psammotettix aspromontanus Poggi, Manti et Castiglione) ed altre la cui descrizione è in corso, appartenenti ai generi Chlorita, Jassargus, Aconurella e Doratura, mentre sono in studio esemplari ascrivibili ad altri taxa, probabilmente inediti, appartenenti ai generi Florodelphax e Arocephalus. Tra i numerosi ritrovamenti di interesse faunistico, citiamo la raccolta, dopo una quarantina d’anni dall’ultimo reperto pubblicato, della sottospecie endemica di Calabria Conomelus lorifer calabricus Dlabola, comunque nuova per l’Aspromonte. Altro esempio di reperto interessante è quello riferito a Zygina luteipennis Rey, specie per la quale esistono soltanto vecchie citazioni per la Francia meridionale e, genericamente, per l’Italia, senza ulteriore specificazione; tale ritrovamento rende possibile un approfondimento tassonomico necessario da tempo. Questi risultati confermano ulteriormente l’alto interesse della fauna entomologica dell'Aspromonte, caratterizzata da un elevato tasso di biodiversità ed endemicità. Ricerca finanziata nell’ambito del progetto di studio e ricerca sulla biodiversità degli ambienti umidi del PN dell’Aspromonte.
Hemiptera Auchenorrhyncha are a basic component of the fauna of phytophagous insects in most terrestrial ecosystems and are also characterized by high taxonomic diversity. Despite important recent progress, knowledge about Italian fauna is still partially incomplete, both from a faunistic and taxonomic, as well as ecological point of view. The aim of the research was to investigate the Auchenorrhyncha fauna of the Aspromonte Massif, which is known to be an important biodiversity hotspot in the Apennine biogeographical context. The research, which is still ongoing, began in June 2018 and involved sampling carried out in different types of habitats and in different seasons, taking into account the considerable ecological diversity present in Aspromonte. In particular, forest habitats, mountain and summit grasslands, wetlands, as well as markedly xerophilous and Mediterranean scrub habitats were investigated. The first results confirm that the Auchenorrhyncha fauna of Aspromonte is of considerable interest and needs to be further studied, mainly for the presence of endemic species still unknown and for the faunistic and chorological interest of many findings. Some species new for science have been found, one already published (Psammotettix aspromontanus Poggi, Manti et Castiglione) and others whose description is in progress, belonging to the genera Chlorita, Jassargus, Aconurella and Doratura, whilst specimens attributable to others probably new taxa are under ongoing studies, belonging to the genera Florodelphax and Arocephalus. Among the numerous findings of faunistic interest, there is the collection, after forty years from the last published finding, of the endemic subspecies from Calabria Conomelus lorifer calabricus Dlabola, however new for Aspromonte. Another example of interesting finding is Zygina luteipennis Rey, a species for which there are only old citations from southern France and, generally, from Italy, without further specification; this finding makes possible a taxonomic study of this species, necessary for a long time. These results confirm once again the high interest of the entomological fauna of Aspromonte, characterized by a high rate of biodiversity and endemicity.
Hemiptera, Auchenorrhyncha, Aspromonte
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/106576
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact