This work shows that the multi-millennial legal accusation of legal incoherence, moved by Tertullian to Trajan for having responded to Pliny that Christians must be prosecuted only upon complaint and not on the initiative of the proconsul, is not contradictory, because the emperor innovates the procedure, making the crimen publicum of Christianity as punishable in the same way as a delictum privatum, through the quaerela

Si dimostra che la plurimillenaria accusa di incoerenza giuridica, mossa da Tertulliano a Traiano per aver risposto a Plinio che i cristiani andavano perseguiti solo a seguito di denuncia e non per iniziativa del proconsole, non è contraddittoria, perché l’imperatore innova la procedura costruendo il crimen publicum di cristianesimo come perseguibile allo stesso titolo di un delictum privatum, a seguito di quaerela.

I processi contro i cristiani e la coerenza giuridica di Traiano

COSTABILE, Feliciantonio
2007

Abstract

Si dimostra che la plurimillenaria accusa di incoerenza giuridica, mossa da Tertulliano a Traiano per aver risposto a Plinio che i cristiani andavano perseguiti solo a seguito di denuncia e non per iniziativa del proconsole, non è contraddittoria, perché l’imperatore innova la procedura costruendo il crimen publicum di cristianesimo come perseguibile allo stesso titolo di un delictum privatum, a seguito di quaerela.
978-88-95152-38-7
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/10678
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact