The team, since the early stages of the project, has worked with the will to seize, in collaboration and multidisciplinary dialogue, an opportunity for cultural and scientific growth to achieve shared solutions. The regeneration of the area subject of this study has assumed four elementary actions as operational tools declined to the urban, architectural and technological scale: include, subtract, add and connect. In Tor Bella Monaca, the lack of sense of urbanity is the real cause of environmental discomfort. The size, the layout and the position of the large residential units deprive the inhabitants of a sense of belonging to the city that has been reformulated by reorganizing the greenery and by bringing the common equipment inside the large courtyards to reduce the size of the void. The goal was to achieve a balance between public and private different from the existing one. At the residential scale, it was necessary to return the different quality of domestic spaces. Reshaping the internal configuration, returning in the facade a new character to the building, allows buildings to show outside a new and more decent domestic quality, rewriting the relationship between private and public. The ground floor loses its residential character and progressively, from the bottom to the top, the character public disperses in favor of regained intimacy. The transformations are configured, moreover, as a wider system of connections, both material and immaterial, in which the art of composition and the building wisdom expressed by the technological solutions have found a congruent synthesis between economy, formal reconfiguration and new quality of daily life in the suburbs.

Il team, fin dalle prime fasi del progetto, ha lavorato con la volontà di cogliere, nella collaborazione e nel dialogo multidisciplinare, un'opportunità di crescita culturale e scientifica per raggiungere soluzioni condivise. La rigenerazione dell'area oggetto di questo studio ha assunto quattro azioni elementari come strumenti operativi declinati alla scala urbana, architettonica e tecnologica: includere, sottrarre, aggiungere e connettere. A Tor Bella Monaca, la mancanza di senso di urbanità è la vera causa del disagio ambientale. La dimensione, la disposizione e la posizione delle grandi unità residenziali privano gli abitanti di un senso di appartenenza alla città che è stato riformulato riorganizzando il verde e portando le attrezzature comuni all'interno dei grandi cortili per ridurre la dimensione del vuoto. L'obiettivo era quello di raggiungere un equilibrio tra pubblico e privato diverso da quello esistente. Alla scala residenziale, era necessario restituire la diversa qualità degli spazi domestici. Rimodellare la configurazione interna, restituendo in facciata un nuovo carattere all'edificio, permette agli edifici di mostrare all'esterno una nuova e più decente qualità domestica, riscrivendo il rapporto tra privato e pubblico. Il piano terra perde il suo carattere residenziale e progressivamente, dal basso verso l'alto, il carattere pubblico si disperde a favore di una riconquistata intimità. Le trasformazioni si configurano, inoltre, come un sistema più ampio di connessioni, sia materiali che immateriali, in cui l'arte della composizione e la sapienza costruttiva espressa dalle soluzioni tecnologiche hanno trovato una sintesi congruente tra economia, riconfigurazione formale e nuova qualità della vita quotidiana nelle periferie.

Manipolazione tipologica

Francesca giglio
Methodology
;
S. Sansotta
2021

Abstract

Il team, fin dalle prime fasi del progetto, ha lavorato con la volontà di cogliere, nella collaborazione e nel dialogo multidisciplinare, un'opportunità di crescita culturale e scientifica per raggiungere soluzioni condivise. La rigenerazione dell'area oggetto di questo studio ha assunto quattro azioni elementari come strumenti operativi declinati alla scala urbana, architettonica e tecnologica: includere, sottrarre, aggiungere e connettere. A Tor Bella Monaca, la mancanza di senso di urbanità è la vera causa del disagio ambientale. La dimensione, la disposizione e la posizione delle grandi unità residenziali privano gli abitanti di un senso di appartenenza alla città che è stato riformulato riorganizzando il verde e portando le attrezzature comuni all'interno dei grandi cortili per ridurre la dimensione del vuoto. L'obiettivo era quello di raggiungere un equilibrio tra pubblico e privato diverso da quello esistente. Alla scala residenziale, era necessario restituire la diversa qualità degli spazi domestici. Rimodellare la configurazione interna, restituendo in facciata un nuovo carattere all'edificio, permette agli edifici di mostrare all'esterno una nuova e più decente qualità domestica, riscrivendo il rapporto tra privato e pubblico. Il piano terra perde il suo carattere residenziale e progressivamente, dal basso verso l'alto, il carattere pubblico si disperde a favore di una riconquistata intimità. Le trasformazioni si configurano, inoltre, come un sistema più ampio di connessioni, sia materiali che immateriali, in cui l'arte della composizione e la sapienza costruttiva espressa dalle soluzioni tecnologiche hanno trovato una sintesi congruente tra economia, riconfigurazione formale e nuova qualità della vita quotidiana nelle periferie.
978-88-916-46392
The team, since the early stages of the project, has worked with the will to seize, in collaboration and multidisciplinary dialogue, an opportunity for cultural and scientific growth to achieve shared solutions. The regeneration of the area subject of this study has assumed four elementary actions as operational tools declined to the urban, architectural and technological scale: include, subtract, add and connect. In Tor Bella Monaca, the lack of sense of urbanity is the real cause of environmental discomfort. The size, the layout and the position of the large residential units deprive the inhabitants of a sense of belonging to the city that has been reformulated by reorganizing the greenery and by bringing the common equipment inside the large courtyards to reduce the size of the void. The goal was to achieve a balance between public and private different from the existing one. At the residential scale, it was necessary to return the different quality of domestic spaces. Reshaping the internal configuration, returning in the facade a new character to the building, allows buildings to show outside a new and more decent domestic quality, rewriting the relationship between private and public. The ground floor loses its residential character and progressively, from the bottom to the top, the character public disperses in favor of regained intimacy. The transformations are configured, moreover, as a wider system of connections, both material and immaterial, in which the art of composition and the building wisdom expressed by the technological solutions have found a congruent synthesis between economy, formal reconfiguration and new quality of daily life in the suburbs.
Urban regeneration; inclusive design; sustainable design; smart technologies and materials; upcycling.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Giglio_2021_ Architettura_Manipolazione_editor.pdf

accesso aperto

Descrizione: Paper-Versione editoriale
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 3.27 MB
Formato Adobe PDF
3.27 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/107307
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact