La Costituzione, i diritti fondamentali, la crisi: qualcosa di nuovo, anzi d'antico?