La prefazione affronta il tema della rappresentazione in relazione alla progettazione urbanistica e territoriale. Essa propone una riflessione sui segni e i significati di quei disegni che interrogano il visibile in sezioni percettive che analizzano l’architettura. L’argomento si riferisce, in particolare, a componenti urbane, figurazioni, voci e significati del reale in un contesto in cui si annotano legami di geografia sociale. Sono riflessioni su un mondo senza mappa in cui si definiscono aspetti riguardanti espressioni di un movimento anarchico e di un pensiero radicale. Brandolino è anche autore del disegno di copertina e di gran parte (circa un centinaio) delle illustrazioni incluse nel volume.

Geografia anarchica

Rosario Brandolino
2014

Abstract

La prefazione affronta il tema della rappresentazione in relazione alla progettazione urbanistica e territoriale. Essa propone una riflessione sui segni e i significati di quei disegni che interrogano il visibile in sezioni percettive che analizzano l’architettura. L’argomento si riferisce, in particolare, a componenti urbane, figurazioni, voci e significati del reale in un contesto in cui si annotano legami di geografia sociale. Sono riflessioni su un mondo senza mappa in cui si definiscono aspetti riguardanti espressioni di un movimento anarchico e di un pensiero radicale. Brandolino è anche autore del disegno di copertina e di gran parte (circa un centinaio) delle illustrazioni incluse nel volume.
978-88-548-7739-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/11089
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact