Nei Centri Minori così come nel resto delle Città Calabresi, la grande espansione urbana ha di fatto abbandonato la prassi che voleva e vedeva le opere d'arte centrali nella progettazione de-gli spazi collettivi. La committenza pubblica, prevista da una legge promulgata in un'Italia ben più povera di oggi, tranne rare eccezioni, svolge ancor oggi un ruolo marginale per l'arte italia-na. Nelle nostre città, la storia ha ispirato opere importanti; col passare del tempo, tuttavia, alla monumentalità celebrativa degli ideali e della memoria, idea marcatamente ottocentesca, si è via via sostituito il bisogno di cercare nuove funzioni, contenuti e forme espressive. I nuovi lin-guaggi dell'arte, i materiali inconsueti, le sperimentazioni e le contaminazioni hanno incontrato per molti decenni un pubblico spesso impreparato e sempre più di nicchia, non supportato ade-guatamente dalla scuola e dalle istituzioni pubbliche, poco interessate all'arte contemporanea, quando non diffidenti. Esiste e sta crescendo però una sensibilità nuova, che anche le ammini-strazioni dei Centri Minori potrebbero cogliere, sviluppando Progetti di veri e propri Cantieri di Arte Contemporanea, promuovendo l'inserimento di opere d'arte negli spazi pubblici.

Cantieri di arte contemporanea nei centri minori calabresi

FORESTA, Sante
2017-01-01

Abstract

Nei Centri Minori così come nel resto delle Città Calabresi, la grande espansione urbana ha di fatto abbandonato la prassi che voleva e vedeva le opere d'arte centrali nella progettazione de-gli spazi collettivi. La committenza pubblica, prevista da una legge promulgata in un'Italia ben più povera di oggi, tranne rare eccezioni, svolge ancor oggi un ruolo marginale per l'arte italia-na. Nelle nostre città, la storia ha ispirato opere importanti; col passare del tempo, tuttavia, alla monumentalità celebrativa degli ideali e della memoria, idea marcatamente ottocentesca, si è via via sostituito il bisogno di cercare nuove funzioni, contenuti e forme espressive. I nuovi lin-guaggi dell'arte, i materiali inconsueti, le sperimentazioni e le contaminazioni hanno incontrato per molti decenni un pubblico spesso impreparato e sempre più di nicchia, non supportato ade-guatamente dalla scuola e dalle istituzioni pubbliche, poco interessate all'arte contemporanea, quando non diffidenti. Esiste e sta crescendo però una sensibilità nuova, che anche le ammini-strazioni dei Centri Minori potrebbero cogliere, sviluppando Progetti di veri e propri Cantieri di Arte Contemporanea, promuovendo l'inserimento di opere d'arte negli spazi pubblici.
978-88-941296-2-5
Arte; Cantieri; Contaminazione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Foresta.2017.Cantieri.post.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Non pubblico (Accesso privato/ristretto)
Dimensione 776.07 kB
Formato Adobe PDF
776.07 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/11287
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact