La città contemporanea è in continua evoluzione, si espande oltre i propri confini per cui nascono nuove configurazioni urbane che non sono più quelle di città chiuse ma piuttosto di città diffuse che si estendono sul territorio senza un apparente continuità tra i centri urbani e le periferie. Periferie e marginalità non sono più due concetti legati, la città metropolitana1 cambierà i rapporti tra periferia e centro, un quartiere periferico di Reggio Calabria come Catona conta circa 10.000 abitanti che in numeri corrisponde ad un comune medio della città metropolitana, la logica della metropoli vuole infatti mettere in rete queste realtà urbane aspirando al policentrismo, connettendo l’intero tessuto urbano contemporaneo. Alla città spazialmente concentrata e articolata al suo interno per parti e funzioni, infatti si sostituiscono la “città arcipelago”, articolata in epicentri, e le città-rete, nodo complesso di armature urbane reticolari e diffuse in cui si intrecciano numerose reti locali e altrettante globali. (…) Dalla tabella emerge immediatamente che quella di Reggio Calabria sarà la più piccola delle città metropolitane in Italia, ma Reggio Calabria è realmente pronta a questo cambiamento? La città metropolitana esisterà se ci sarà una comunità metropolitana, che sia inclusa in questo processo di formazione della nuova metropoli e al tempo stesso che sia inclusiva, la dimensione sociale è alla base di questo cambiamento. ReActionCity è un progetto di innovazione sociale urbana per la città metropolitana di Reggio Calabria (innescato come progetto pilota e divenuto tattica permanente per strategie di riscatto “Smart City”.

“ReActioncity: un progetto resiliente di innovazione sociale urbana per una visione smart della città metropolitana di Reggio Calabria”

NAVA, Consuelo
;
2016

Abstract

La città contemporanea è in continua evoluzione, si espande oltre i propri confini per cui nascono nuove configurazioni urbane che non sono più quelle di città chiuse ma piuttosto di città diffuse che si estendono sul territorio senza un apparente continuità tra i centri urbani e le periferie. Periferie e marginalità non sono più due concetti legati, la città metropolitana1 cambierà i rapporti tra periferia e centro, un quartiere periferico di Reggio Calabria come Catona conta circa 10.000 abitanti che in numeri corrisponde ad un comune medio della città metropolitana, la logica della metropoli vuole infatti mettere in rete queste realtà urbane aspirando al policentrismo, connettendo l’intero tessuto urbano contemporaneo. Alla città spazialmente concentrata e articolata al suo interno per parti e funzioni, infatti si sostituiscono la “città arcipelago”, articolata in epicentri, e le città-rete, nodo complesso di armature urbane reticolari e diffuse in cui si intrecciano numerose reti locali e altrettante globali. (…) Dalla tabella emerge immediatamente che quella di Reggio Calabria sarà la più piccola delle città metropolitane in Italia, ma Reggio Calabria è realmente pronta a questo cambiamento? La città metropolitana esisterà se ci sarà una comunità metropolitana, che sia inclusa in questo processo di formazione della nuova metropoli e al tempo stesso che sia inclusiva, la dimensione sociale è alla base di questo cambiamento. ReActionCity è un progetto di innovazione sociale urbana per la città metropolitana di Reggio Calabria (innescato come progetto pilota e divenuto tattica permanente per strategie di riscatto “Smart City”.
9788898743605
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/11433
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact