La difficile autodeterminazione in Calabria