La città dei piccoli, la città dei ‘normali’, la città dei grandi