Il saggio disacute il pensiero di Sergio Cotta concentrandosi sui due poli della giustificazione dell'obbligatorietà giuridica e sul diritto "naturale vigente"; la prima direzione costituisce il tema sviluppato da Cotta nel volume di cui le pagine costituiscono la postfazione, la seocnda espressione è indispensabile per comprendere il perché della direzione speculativa segnata da Cotta e il come della sua filosofia del diritto. L'occasione è opportuna per segnare anche una possibile evoluzione del pensiero cottiano nella direzione di una estetica del diritto.

Dall'obbligatorietà al diritto naturale vigente. Ermeneutica ed estetica attraverso l'itinerario di S. Cotta

Cananzi
2015

Abstract

Il saggio disacute il pensiero di Sergio Cotta concentrandosi sui due poli della giustificazione dell'obbligatorietà giuridica e sul diritto "naturale vigente"; la prima direzione costituisce il tema sviluppato da Cotta nel volume di cui le pagine costituiscono la postfazione, la seocnda espressione è indispensabile per comprendere il perché della direzione speculativa segnata da Cotta e il come della sua filosofia del diritto. L'occasione è opportuna per segnare anche una possibile evoluzione del pensiero cottiano nella direzione di una estetica del diritto.
9788838243783
obbligatorietà giuridica; giustificazione delle norme; Sergio Cotta; estetica del diritto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cananzi_2015_CottaGiustificazione.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 466.1 kB
Formato Adobe PDF
466.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/11979
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact