Coenosia attenuata (Stein) è un Muscidae predatore di diversi fitofagi alati. La specie è nota da qualche tempo in ambiente mediterraneo, dove è stata studiata per l’attività predatoria in ambiente serricolo. Gli adulti, infatti, sono attivi predatori in serra di sciaridi, agromizidi e aleurodidi. La loro azione di predazione si svolge con la cattura della preda in volo; in particolare quella degli adulti rappresenta l’evento fondamentale di tale attività esercitata dal muscide. La dinamica del fenomeno è stata studiata nel periodo primaverile-estivo del biennio 2009-2010 in una coltura di pomodoro in serra fredda ubicata nel territorio di Lamezia Terme (CZ). In aree campione, disposte regolarmente e scelte a random per 12 osservazioni giornaliere, sono stati operati monitoraggi settimanali. In ciascuna osservazione, oltre alla stima dei parametri ambientali, sono stati conteggiati gli adulti di C. attenuata e le tipologie di volo (di predazione, spostamento e disturbo). Il tutto è stato posto in relazione alla densità della preda (Trialeurodes vaporariorum Westwood) presente nell’area di osservazione. Nel biennio è stata evidenziata una stretta relazione tra la popolazione del fitofago e quella del predatore, che ha manifestato una maggiore attività nelle aree di presenza del fitofago. All’interno delle aree il Muscidae ha preferito posizionarsi su supporti (es. pali, fili tutori), privilegiando in termini di esposizione le parti più soleggiate. La relazione tra l’andamento giornaliero dei voli di C. attenuata e di T. vaporariorum ha evidenziato due momenti di maggiore attività nell’arco della giornata. In particolare, il primo picco di volo del Dittero è successivo a quello dell’Aleyrodidae, mentre nel secondo picco il predatore precede il volo della preda. Ne consegue che le attività di volo giornaliere di entrambe le specie, per le temperature indagate, non sono perfettamente sovrapponibili in termini di attività di volo durante le diverse ore del giorno. La maggior parte dei voli di C. attenuata è di tipo “non predatorio”, mentre soltanto una piccola parte è di tipo “predatorio”. In quest’ultimo caso, però, si ha un’elevata efficacia nella riuscita. La stima della sex ratio effettuata sugli adulti di C. attenuata rinvenuti entro le aree-studio ha evidenziato una maggiore presenza delle femmine rispetto ai maschi, con un rapporto maschi/femmine di 0,87 nel 2009 (P=0,689, n=56) e di 0,3 nel 2010 (P=0,002, n=383).

Predazione di Coenosia attenuata Stein su Trialerodes vaporarorium (Westwood) in serra di pomodoro nel lametino

BONSIGNORE C. P.;
2011

Abstract

Coenosia attenuata (Stein) è un Muscidae predatore di diversi fitofagi alati. La specie è nota da qualche tempo in ambiente mediterraneo, dove è stata studiata per l’attività predatoria in ambiente serricolo. Gli adulti, infatti, sono attivi predatori in serra di sciaridi, agromizidi e aleurodidi. La loro azione di predazione si svolge con la cattura della preda in volo; in particolare quella degli adulti rappresenta l’evento fondamentale di tale attività esercitata dal muscide. La dinamica del fenomeno è stata studiata nel periodo primaverile-estivo del biennio 2009-2010 in una coltura di pomodoro in serra fredda ubicata nel territorio di Lamezia Terme (CZ). In aree campione, disposte regolarmente e scelte a random per 12 osservazioni giornaliere, sono stati operati monitoraggi settimanali. In ciascuna osservazione, oltre alla stima dei parametri ambientali, sono stati conteggiati gli adulti di C. attenuata e le tipologie di volo (di predazione, spostamento e disturbo). Il tutto è stato posto in relazione alla densità della preda (Trialeurodes vaporariorum Westwood) presente nell’area di osservazione. Nel biennio è stata evidenziata una stretta relazione tra la popolazione del fitofago e quella del predatore, che ha manifestato una maggiore attività nelle aree di presenza del fitofago. All’interno delle aree il Muscidae ha preferito posizionarsi su supporti (es. pali, fili tutori), privilegiando in termini di esposizione le parti più soleggiate. La relazione tra l’andamento giornaliero dei voli di C. attenuata e di T. vaporariorum ha evidenziato due momenti di maggiore attività nell’arco della giornata. In particolare, il primo picco di volo del Dittero è successivo a quello dell’Aleyrodidae, mentre nel secondo picco il predatore precede il volo della preda. Ne consegue che le attività di volo giornaliere di entrambe le specie, per le temperature indagate, non sono perfettamente sovrapponibili in termini di attività di volo durante le diverse ore del giorno. La maggior parte dei voli di C. attenuata è di tipo “non predatorio”, mentre soltanto una piccola parte è di tipo “predatorio”. In quest’ultimo caso, però, si ha un’elevata efficacia nella riuscita. La stima della sex ratio effettuata sugli adulti di C. attenuata rinvenuti entro le aree-studio ha evidenziato una maggiore presenza delle femmine rispetto ai maschi, con un rapporto maschi/femmine di 0,87 nel 2009 (P=0,689, n=56) e di 0,3 nel 2010 (P=0,002, n=383).
978-88-96493-04-5
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/12193
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact