Libertà di ricerca scientifica come limite all’intervento penale?