We now complete a long series of investigations on the Mediterranean markets. We close with a final research which themetries to recount an insight into daily life through the description of some tools.Tools that always accompany the activities, habits, operational needs, repetitive or precision movements, strength butalso skilled movements in a word tools that embody a daily way of doing business.Tools often marginal but certainly necessary to perform repetitive tasks such as lifting, weighing, cutting and stacking thegoods. Items unequivocally linked to the food trade and which have always been the "core" of trade. We will deal in particularwith two families of artifacts, bailers and knives, utensils among the oldest and most popular in the history of food markets.Beyond the obvious tasks of detection and representation of the objects investigated, particular attention will be paid toergonomic observations that, in our opinion, represent one of the central aspects in the evaluation of the processes of design,development, production and use of the examined objects

Si completa oggi un lungo ciclo di indagini sui mercati mediterranei. Si chiude con un'ultima ricerca il cui tema prova araccontarne uno spaccato della vita giornaliera attraverso la descrizione di alcuni oggetti da lavoro. Utensili che da sempreaccompagnano attività, consuetudini, necessità operative, movimenti ripetitivi o di precisione, di forza ma anche di destrezzain una parola utensili che incarnano un modo quotidiano di fare commercio. Utensili spesso marginali ma certamenteindispensabili ad eseguire azioni ripetitive come sollevare, pesare, tagliare o accatastare la merce.Oggetti inequivocabilmente legati al commercio di alimenti che da sempre costituiscono il “core” degli scambi commerciali.Ci occuperemo in particolare di due famiglie di manufatti, le sassole e i coltelli, utensili tra i più antichi e i più diffusi nella storiadei mercati alimentari.Al di la delle ovvie operazioni di rilevazione e di rappresentazione degli oggetti indagati, particolarecura sarà prestata alle osservazioni di natura ergonomica che, secondo noi, rappresentano uno degli aspetti centrali nellavalutazione dei processi di ideazione, evoluzione, produzione e utilizzo degli oggetti raccontati.

Dal mercato all'oggetto di mercato: l'ergonomia di coltelli e sassole

URSO, Agostino
Writing – Original Draft Preparation
2015

Abstract

Si completa oggi un lungo ciclo di indagini sui mercati mediterranei. Si chiude con un'ultima ricerca il cui tema prova araccontarne uno spaccato della vita giornaliera attraverso la descrizione di alcuni oggetti da lavoro. Utensili che da sempreaccompagnano attività, consuetudini, necessità operative, movimenti ripetitivi o di precisione, di forza ma anche di destrezzain una parola utensili che incarnano un modo quotidiano di fare commercio. Utensili spesso marginali ma certamenteindispensabili ad eseguire azioni ripetitive come sollevare, pesare, tagliare o accatastare la merce.Oggetti inequivocabilmente legati al commercio di alimenti che da sempre costituiscono il “core” degli scambi commerciali.Ci occuperemo in particolare di due famiglie di manufatti, le sassole e i coltelli, utensili tra i più antichi e i più diffusi nella storiadei mercati alimentari.Al di la delle ovvie operazioni di rilevazione e di rappresentazione degli oggetti indagati, particolarecura sarà prestata alle osservazioni di natura ergonomica che, secondo noi, rappresentano uno degli aspetti centrali nellavalutazione dei processi di ideazione, evoluzione, produzione e utilizzo degli oggetti raccontati.
978-88-6542-408-7
We now complete a long series of investigations on the Mediterranean markets. We close with a final research which themetries to recount an insight into daily life through the description of some tools.Tools that always accompany the activities, habits, operational needs, repetitive or precision movements, strength butalso skilled movements in a word tools that embody a daily way of doing business.Tools often marginal but certainly necessary to perform repetitive tasks such as lifting, weighing, cutting and stacking thegoods. Items unequivocally linked to the food trade and which have always been the "core" of trade. We will deal in particularwith two families of artifacts, bailers and knives, utensils among the oldest and most popular in the history of food markets.Beyond the obvious tasks of detection and representation of the objects investigated, particular attention will be paid toergonomic observations that, in our opinion, represent one of the central aspects in the evaluation of the processes of design,development, production and use of the examined objects
Relief; Ergonomics; Market;
Rilievo; Ergonomia; Mercato
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
URSO_2015_SPAZI_MERCATO_EDITOR.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 3.08 MB
Formato Adobe PDF
3.08 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/12842
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact