In contemporary urban landscapes that are increasingly extensive and multifunctional, subject to continuous processes of densification and reconversion, public space once again plays, as in the historic city, a decisive role in defining the level of quality of life, a fundamental element of economic development and the social and environmental balances of today's societies. In European contexts, in particular, where urban regeneration processes caracterise the main activity, the project of networks of public spaces becomes fundamental to ensure the success of the development strategies in order to frame the interventions within an overall and not partial vision changes in cities. Through the evidence of a series of experiences conducted in different urban realities such as Italy, Germany and the Netherlands, this research intends to verify the most important role that public space plays in the development and redevelopment of cities thought understanding what is the public and contemporary spatial production, operating a process of description through which retinking the materials of which it is composed. The thesis, structured in two parts, is divided into seven chapters, each of these constitute separate research that acts as an introduction and support to the next chapter. After having retraced the themes that characterize the debate between public space and urban regeneration in the first chapter, the need emerges to identify the elements that make up the public spatial reality, proposing a process of simplification of the spatial reality capable of providing the means and tools necessary for the main analyses. Considering the city as an organic syntax and therefore characterized by elementary units that act as an urban lexicon, in the second chapter the research methodology consists in deconstructing the public spatial reality in its elementary components. Once the elementary components that characterize the public space of the historic city and the modern city have been identified in the third chapter, with particular reference to the morphological, functional and social aspects, a synthetic classification of the contemporary ones is proposed which highlights the main qualities that one open public space must possess to be vital, interconnected and attractive. The aggregation criteria of the elementary components, dealt with in the fifth chapter, are dictated by the need according to which a certain space, in order to be vital, cannot be composed of isolated units but must constitute a network, an "urban polarity", capable of create a system of public, interconnected, functionally varied spaces to fully reflect the complexity of the contemporary city. The case studies in the sixth chapter were analyzed to try to understand the composition and aggregation criteria, both physical and functional, of urban polarities. The final product is the definition of a reasoned series of elementary components and main functions to be included in the projects of networks of public spaces in the main urban regeneration processes, a summary framework to be inspired by rather than a further document to be followed in an attempt to restore a holistic key to the urban project

Nei paesaggi urbani contemporanei sempre più estesi e multifunzionali, soggetti a continui processi di densificazione e riconversione, lo spazio pubblico torna ad avere, come nella città storica, un ruolo decisivo nel definire il livello della qualità della vita, in quanto elemento cruciale dello sviluppo economico e degli equilibri sociali e ambientali delle società odierne. Nei contesti europei, in particolare, dove i processi di rigenerazione urbana costituiscono l’attività prevalente, il progetto di reti di spazi pubblici diventa fondamentale per assicurare il buon esito delle strategie complessive di sviluppo al fine di inquadrare gli interventi entro una visione complessiva e non parziale dei mutamenti delle città. Attraverso la testimonianza di una serie di esperienze condotte in diverse realtà urbane come Italia, Germania e Olanda, il presente lavoro di ricerca intende verificare l’importanza e il ruolo che lo spazio pubblico riveste nelle operazioni di sviluppo e riqualificazione delle città e comprendere quale sia la produzione spaziale pubblica frutto della società contemporanea, operando un processo di descrizione mediante il quale ripensare i materiali di cui essa è composta. La tesi, strutturata in due parti, si articola in sette capitoli ognuno dei quali costituisce una ricerca a sé stante che fa da introduzione e da supporto al capitolo successivo. Dopo avere ripercorso i temi che caratterizzano il dibattito tra spazio pubblico e rigenerazione urbana nel primo capitolo, emerge l’esigenza di individuare gli elementi che costituiscono la realtà spaziale pubblica, proponendo un processo di semplificazione della realtà spaziale capace di fornire mezzi e strumenti necessari all’analisi. Considerando la città come una sintassi organica e dunque caratterizzata da unità elementari che fungono da lessico urbano, nel secondo capitolo viene messa a punto ed argomentata la metodologia della ricerca che consiste nel decostruire la realtà spaziale pubblica nelle sue componenti elementari, ovvero i singoli spazi pubblici che la costituiscono. Una volta individuate le componenti elementari che caratterizzano lo spazio pubblico della città storica e della città moderna nel terzo capitolo, con particolare riferimento agli aspetti morfologici, funzionali e sociali, si propone una classificazione sintetica di quelle contemporanee che mette in evidenza le qualità principali che uno spazio aperto deve possedere per essere vitale, interconnesso e attrattivo. I criteri di aggregazione delle componenti elementari, trattati nel quinto capitolo, sono dettati dall’esigenza secondo cui un determinato spazio, per essere vitale, non possa essere composto da unità isolate ma debba costituire una rete, una “polarità urbana”, in grado di creare un sistema di spazi pubblici, interconnessi, funzionalmente variegati per rispecchiare a pieno la complessità della città contemporanea. I casi studio nel sesto capitolo sono stati analizzati per cercare di comprendere i criteri di composizione e aggregazione, sia fisici che funzionali, delle polarità urbane. Il prodotto finale è la definizione di una serie ragionata delle componenti elementari e delle principali funzioni da inserire nei progetti di reti di spazi pubblici all’interno dei processi di rigenerazione urbana, un quadro di sintesi al quale ispirarsi più che un ulteriore documento a cui attenersi, nel tentativo di restituire una chiave olistica del progetto urbano

Lessico e sintassi del progetto dello spazio pubblico della città contemporanea / Lombardo, Maria Teresa. - (2022 Oct 28).

Lessico e sintassi del progetto dello spazio pubblico della città contemporanea

Lombardo, Maria Teresa
2022

Abstract

Nei paesaggi urbani contemporanei sempre più estesi e multifunzionali, soggetti a continui processi di densificazione e riconversione, lo spazio pubblico torna ad avere, come nella città storica, un ruolo decisivo nel definire il livello della qualità della vita, in quanto elemento cruciale dello sviluppo economico e degli equilibri sociali e ambientali delle società odierne. Nei contesti europei, in particolare, dove i processi di rigenerazione urbana costituiscono l’attività prevalente, il progetto di reti di spazi pubblici diventa fondamentale per assicurare il buon esito delle strategie complessive di sviluppo al fine di inquadrare gli interventi entro una visione complessiva e non parziale dei mutamenti delle città. Attraverso la testimonianza di una serie di esperienze condotte in diverse realtà urbane come Italia, Germania e Olanda, il presente lavoro di ricerca intende verificare l’importanza e il ruolo che lo spazio pubblico riveste nelle operazioni di sviluppo e riqualificazione delle città e comprendere quale sia la produzione spaziale pubblica frutto della società contemporanea, operando un processo di descrizione mediante il quale ripensare i materiali di cui essa è composta. La tesi, strutturata in due parti, si articola in sette capitoli ognuno dei quali costituisce una ricerca a sé stante che fa da introduzione e da supporto al capitolo successivo. Dopo avere ripercorso i temi che caratterizzano il dibattito tra spazio pubblico e rigenerazione urbana nel primo capitolo, emerge l’esigenza di individuare gli elementi che costituiscono la realtà spaziale pubblica, proponendo un processo di semplificazione della realtà spaziale capace di fornire mezzi e strumenti necessari all’analisi. Considerando la città come una sintassi organica e dunque caratterizzata da unità elementari che fungono da lessico urbano, nel secondo capitolo viene messa a punto ed argomentata la metodologia della ricerca che consiste nel decostruire la realtà spaziale pubblica nelle sue componenti elementari, ovvero i singoli spazi pubblici che la costituiscono. Una volta individuate le componenti elementari che caratterizzano lo spazio pubblico della città storica e della città moderna nel terzo capitolo, con particolare riferimento agli aspetti morfologici, funzionali e sociali, si propone una classificazione sintetica di quelle contemporanee che mette in evidenza le qualità principali che uno spazio aperto deve possedere per essere vitale, interconnesso e attrattivo. I criteri di aggregazione delle componenti elementari, trattati nel quinto capitolo, sono dettati dall’esigenza secondo cui un determinato spazio, per essere vitale, non possa essere composto da unità isolate ma debba costituire una rete, una “polarità urbana”, in grado di creare un sistema di spazi pubblici, interconnessi, funzionalmente variegati per rispecchiare a pieno la complessità della città contemporanea. I casi studio nel sesto capitolo sono stati analizzati per cercare di comprendere i criteri di composizione e aggregazione, sia fisici che funzionali, delle polarità urbane. Il prodotto finale è la definizione di una serie ragionata delle componenti elementari e delle principali funzioni da inserire nei progetti di reti di spazi pubblici all’interno dei processi di rigenerazione urbana, un quadro di sintesi al quale ispirarsi più che un ulteriore documento a cui attenersi, nel tentativo di restituire una chiave olistica del progetto urbano
Settore ICAR/21 - URBANISTICA
SARLO, Antonella Blandina
FERA, Giuseppe
FATTA, Francesca
Doctoral Thesis
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lombardo Maria Teresa.pdf

embargo fino al 04/11/2023

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: DRM non definito
Dimensione 33.65 MB
Formato Adobe PDF
33.65 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/131026
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact