Gli esordi: tra Maderno e Bernini