La parte introduttiva di questa nota è dedicata alle espressioni di intolleranza delle diverse culture che si sono sovrapposte e si confrontano fra di loro nel Medio Oriente in rapporto alla distruzione di opere architettoniche riguardanti le tre religioni fra loro in conflitto. La parte successiva mira a metter in luce invece l’esistenza di una vasta area di integrazione multiculturale che coinvolge anche simboli e reperti religiosi, nel commercio tradizionale e ,recentemente, nel turismo. Per quanto riguarda i flussi turistici si sono rilevati quattro modelli di turismo di massa e di elite: il turismo artistico/culturale/religioso, del benessere, naturistico, ambientale, di svago La riflessione su queste due situazioni fra di loro contraddittorie induce a pensare che lo sviluppo degli scambi economici e dei flussi turistici possa generare un superamento dell’ intolleranza e promuovere per via economica condizioni di pace. Nelle conclusioni indico brevemente quali potrebbero essere le azioni e le istituzioni per promuovere ed accrescere l’impulso dei fattori economici lungo la via della pace

Sul filo del rasoio fra Israele, Palestina, Giordania. Il turismo e il commercio come "cultura della pace" fra religione cristiana, ebraica e islamica

MANTOVANI, Michela
2010

Abstract

La parte introduttiva di questa nota è dedicata alle espressioni di intolleranza delle diverse culture che si sono sovrapposte e si confrontano fra di loro nel Medio Oriente in rapporto alla distruzione di opere architettoniche riguardanti le tre religioni fra loro in conflitto. La parte successiva mira a metter in luce invece l’esistenza di una vasta area di integrazione multiculturale che coinvolge anche simboli e reperti religiosi, nel commercio tradizionale e ,recentemente, nel turismo. Per quanto riguarda i flussi turistici si sono rilevati quattro modelli di turismo di massa e di elite: il turismo artistico/culturale/religioso, del benessere, naturistico, ambientale, di svago La riflessione su queste due situazioni fra di loro contraddittorie induce a pensare che lo sviluppo degli scambi economici e dei flussi turistici possa generare un superamento dell’ intolleranza e promuovere per via economica condizioni di pace. Nelle conclusioni indico brevemente quali potrebbero essere le azioni e le istituzioni per promuovere ed accrescere l’impulso dei fattori economici lungo la via della pace
978-88-492-1861-9
Turismo,religione ,; tourism, trade; religion; commercio; Peace
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/13148
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact