L’annona, per la sua fioritura scalare, deve essere raccolta quando i frutti raggiungono 1500 GDH. Scopo del lavoro è quello di individuare, in piante di Annona cherimola coltivate in Calabria, il momento in cui effettuare la raccolta, garantendo a maturazione le migliori performances qualitative. La prova è stata condotta nel biennio 2014/2015 in un anoneto cv Fino de Jete, sito a Reggio Calabria. Su 6 piante sono stati contrassegnati 6 gruppi di frutticini, in funzione del momento dell’allegagione, effettuando la raccolta di ciascun gruppo al raggiungimento di 1500 GDH. Per ognuna delle 6 raccolte, da inizio ottobre sino alla prima decade di dicembre, si sono determinati, su 6 frutti per pianta, i parametri carpologici, organolettici e nutraceutici: alla raccolta e dopo 7 gg di maturazione a 20 °C. È stata trovata, nei frutti, una correlazione positiva tra peso e numero di semi (n°s) e tra il rapporto altezza /diametro e n°s; la durezza della polpa è stata superiore nella raccolta di fine ottobre; il peso fresco e il rapporto alt/dia sono risultati statisticamente più bassi nei frutti allegati tardivamente. A maturazione, il rapporto tra Solidi Solubili Totali e Acidità Totale è stato più basso nel primo campionamento e più alto nell’ultimo campionamento, senza differenze nelle altre epoche (7 °brix/g.l-1); il contenuto in polifenoli totali (CPT) nella polpa e stato crescente durante le 6 epoche di raccolta (da 2.8 a 3.5 mg EqAG/g PF), contrariamente al contenuto in vitamina C (VC) che decresce, scendendo sotto i 50 mg/gPF, dopo l’ultima decade di ottobre. La Capacità Antiossidante Totale (CAT) non ha manifestato differenze significative (6 µmoli di Trolox/g PF) sino all’ultima decade di ottobre, diminuendo successivamente. La correlazione tra CPT e CAT è più debole rispetto a quella CAT e VC. Nel sud Italia, l’annona, per tutti i 60 gg di raccolta, è qualitativamente competitiva, con un optimum per i frutti raccolti a fine ottobre.

Aspetti qualitativi dell’Annona cherimola, cv fino de Jete, coltivata in Calabria

ZAPPIA, Rocco;Gullo G
2016

Abstract

L’annona, per la sua fioritura scalare, deve essere raccolta quando i frutti raggiungono 1500 GDH. Scopo del lavoro è quello di individuare, in piante di Annona cherimola coltivate in Calabria, il momento in cui effettuare la raccolta, garantendo a maturazione le migliori performances qualitative. La prova è stata condotta nel biennio 2014/2015 in un anoneto cv Fino de Jete, sito a Reggio Calabria. Su 6 piante sono stati contrassegnati 6 gruppi di frutticini, in funzione del momento dell’allegagione, effettuando la raccolta di ciascun gruppo al raggiungimento di 1500 GDH. Per ognuna delle 6 raccolte, da inizio ottobre sino alla prima decade di dicembre, si sono determinati, su 6 frutti per pianta, i parametri carpologici, organolettici e nutraceutici: alla raccolta e dopo 7 gg di maturazione a 20 °C. È stata trovata, nei frutti, una correlazione positiva tra peso e numero di semi (n°s) e tra il rapporto altezza /diametro e n°s; la durezza della polpa è stata superiore nella raccolta di fine ottobre; il peso fresco e il rapporto alt/dia sono risultati statisticamente più bassi nei frutti allegati tardivamente. A maturazione, il rapporto tra Solidi Solubili Totali e Acidità Totale è stato più basso nel primo campionamento e più alto nell’ultimo campionamento, senza differenze nelle altre epoche (7 °brix/g.l-1); il contenuto in polifenoli totali (CPT) nella polpa e stato crescente durante le 6 epoche di raccolta (da 2.8 a 3.5 mg EqAG/g PF), contrariamente al contenuto in vitamina C (VC) che decresce, scendendo sotto i 50 mg/gPF, dopo l’ultima decade di ottobre. La Capacità Antiossidante Totale (CAT) non ha manifestato differenze significative (6 µmoli di Trolox/g PF) sino all’ultima decade di ottobre, diminuendo successivamente. La correlazione tra CPT e CAT è più debole rispetto a quella CAT e VC. Nel sud Italia, l’annona, per tutti i 60 gg di raccolta, è qualitativamente competitiva, con un optimum per i frutti raccolti a fine ottobre.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/13809
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact