The Arab-Norman church of the Saints Peter and Paul in Itala (Messina), founded by Abbot Gerasimo together with the homonymous monastery in 1092 (thanks to the initiative of Count Roger, future king of Sicily), is a monument with singular characteristics, also present in numerous other buildings located in an area that includes eastern Sicily and Calabria. In this area, between the seventh and thirteenth centuries, a fruitful syncretism has developed between the Greek-Byzantine culture, the Roman-Latin and the Islamic culture: three civilizations in political and military contrast but able, in the field of the arts, to reach to a wonderful synthesis. The survey of the church of the SS. Pietro e Paolo is part of a wider research project, started in 2015 and still in progress, aimed at the cataloguing of architectures that present evident traces of this syncretism. The research forms an implementable and open system; at present, over 80 churches have been studied, of which 20 have been detected with instrumental and photogrammetric techniques. Directly linked to the need to understand, through the tools of survey and graphic analysis, the formal and constructive characteristics of these monuments, we have highlighted the will to communicate at different levels (experts, visitors, tourists, children, etc.) the phenomenon of Italian-Greek religious architecture in its generality. For this purpose, a graphic system has been developed to communicate the peculiarities of an immeasurable, but unknown and underutilized heritage. The church of the SS Pietro e Paolo in Itala represents, in this perspective, a paradigmatic example for the entire system of architectures included in the research program.

La chiesa arabo-normanna dei SS Pietro e Paolo ad Itala (Messina), fondata unitamente all’omonimo monastero nel 1092 grazie a un diploma del Conte Ruggero (futuro re di Sicilia) rilasciato all’abate Gerasimo, è un edificio dalle caratteristiche singolari, rintracciabili in numerosiedifici concentrati un’area che comprende la Sicilia orientale e la Calabria. In questo territorio, fra il VII e il XIII secolo, si è sviluppato un fecondo sincretismo fra la cultura greco-bizantina, quella romano-latina e quella islamica: tre civiltà in contrasto politico e militare ma capaci, nel campo delle arti, di giungere a una sintesi mirabile. Il rilievo della chiesa dei SS. Pietro e Paolo fa parte di un progetto di ricerca più ampio, cominciato nel 2015 e tutt’ora in itinere, finalizzato alla catalogazione delle architetture che presentano trecce evidenti di questo sincretismo. La ricerca si configura come un sistema implementabile e aperto; allo stato attuale sono state studiate oltre 80 chiese, di cui 20 rilevate con tecniche strumentali e fotogrammetriche. Direttamente legata alla necessità di comprendere, attraverso gli strumenti del rilievo e del disegno, le caratteristiche formali e costruttive di questi monumenti, vi è quella di comunicare a diversi livelli (addetti ai lavori, visitatori, turisti, bambini, ecc.) il fenomeno dell’architettura religiosa italogreca nella sua generalità. A questo scopo è stato elaborato un sistema grafico adatto a comunicare le peculiarità di un patrimonio smisurato ma poco conosciuto e valorizzato. La chiesa dei SS Pietro e Paolo ad Itala rappresenta, in quest’ottica, un esempio paradigmatico per l’intero sistema delle architetture prese in esame.

The church of the Saints Peter and Paul in Itàla. Survey, analysis, formal and constructive interpretation

COLISTRA, Daniele
Writing – Original Draft Preparation
;
ARENA, Marinella
Writing – Original Draft Preparation
2018

Abstract

La chiesa arabo-normanna dei SS Pietro e Paolo ad Itala (Messina), fondata unitamente all’omonimo monastero nel 1092 grazie a un diploma del Conte Ruggero (futuro re di Sicilia) rilasciato all’abate Gerasimo, è un edificio dalle caratteristiche singolari, rintracciabili in numerosiedifici concentrati un’area che comprende la Sicilia orientale e la Calabria. In questo territorio, fra il VII e il XIII secolo, si è sviluppato un fecondo sincretismo fra la cultura greco-bizantina, quella romano-latina e quella islamica: tre civiltà in contrasto politico e militare ma capaci, nel campo delle arti, di giungere a una sintesi mirabile. Il rilievo della chiesa dei SS. Pietro e Paolo fa parte di un progetto di ricerca più ampio, cominciato nel 2015 e tutt’ora in itinere, finalizzato alla catalogazione delle architetture che presentano trecce evidenti di questo sincretismo. La ricerca si configura come un sistema implementabile e aperto; allo stato attuale sono state studiate oltre 80 chiese, di cui 20 rilevate con tecniche strumentali e fotogrammetriche. Direttamente legata alla necessità di comprendere, attraverso gli strumenti del rilievo e del disegno, le caratteristiche formali e costruttive di questi monumenti, vi è quella di comunicare a diversi livelli (addetti ai lavori, visitatori, turisti, bambini, ecc.) il fenomeno dell’architettura religiosa italogreca nella sua generalità. A questo scopo è stato elaborato un sistema grafico adatto a comunicare le peculiarità di un patrimonio smisurato ma poco conosciuto e valorizzato. La chiesa dei SS Pietro e Paolo ad Itala rappresenta, in quest’ottica, un esempio paradigmatico per l’intero sistema delle architetture prese in esame.
978-88-94943-32-0
The Arab-Norman church of the Saints Peter and Paul in Itala (Messina), founded by Abbot Gerasimo together with the homonymous monastery in 1092 (thanks to the initiative of Count Roger, future king of Sicily), is a monument with singular characteristics, also present in numerous other buildings located in an area that includes eastern Sicily and Calabria. In this area, between the seventh and thirteenth centuries, a fruitful syncretism has developed between the Greek-Byzantine culture, the Roman-Latin and the Islamic culture: three civilizations in political and military contrast but able, in the field of the arts, to reach to a wonderful synthesis. The survey of the church of the SS. Pietro e Paolo is part of a wider research project, started in 2015 and still in progress, aimed at the cataloguing of architectures that present evident traces of this syncretism. The research forms an implementable and open system; at present, over 80 churches have been studied, of which 20 have been detected with instrumental and photogrammetric techniques. Directly linked to the need to understand, through the tools of survey and graphic analysis, the formal and constructive characteristics of these monuments, we have highlighted the will to communicate at different levels (experts, visitors, tourists, children, etc.) the phenomenon of Italian-Greek religious architecture in its generality. For this purpose, a graphic system has been developed to communicate the peculiarities of an immeasurable, but unknown and underutilized heritage. The church of the SS Pietro e Paolo in Itala represents, in this perspective, a paradigmatic example for the entire system of architectures included in the research program.
Survey,; analysis,; Italian-Greek religious architecture
RILIEVO, ANLISI, ARCHITETTURE ITALO-GRECHE
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/14039
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact