The research group was formed spontaneously between teachers and tutors. The main responsibility goes to Prof. Trombetta, Prof. Ginex and Prof. Fuschi to pursue the common objective of drafting an application which guides the implementation of operations and on the relatively new building. In this direction have been developed information and data obtained from the specific activity carried on by each member of the group, which led to the first encouraging results, which are among the other subject of international publications including the Project Rehabimed. The hypothesis is about De-Codification of the traditional architecture and re-codification and classification of the systems and the constructive techniques and of the better indications in a Code of Practice, finalized to the transmission of the knowledge’s and the formal information, techniques and technological to the guide of the operators of the sector in the choices conceptually and constructive. The unit has investigated the aspects like morphological, functional and technological matters of the traditional setting that attention on the possibility of de-codify in the art of the building in the South of Tunisia which has been implemented in the centuries. Aiming to its reinterpretation and actualization through the editing of a Code of Practice "devoted", with innovative contained. The Code wants to be a Guide to the control of the transformations for classes of operators in the relationship between architecture and climate, a guide to the control of the invariant technology and typology. They are investigated therefore the invariant morphology. In the last months the unit of the Research set a methodology for the Decoding of the Technological, Morphological and Structural Culture aiming to the realization of a contemplating operational tool to furnish information for classes of operators. The Staff of the research program has set a methodology for the De-codification of the Technological Culture of the Environmental Planning, aiming to overcome the handbook logic thinking to a direct operational tool to the employment immediate, and therefore tense to make information for class of use. The hypothesis of De-Codification for the Code of Practice it can synthesize this way individualization, relief, description, classification and definition of the invariant typological and technological.

Il gruppo di ricerca, si è costituito spontaneamente ed in autonomia fra docenti e tutor che fanno capo al Prof. Corrado Trombetta, al Prof. Rosario Giuffrè. al Prof. Gaetano Ginex ed al Prof. Paolo Fuschi. Comunità d’intenti e di metodo, palesatasi sin dai primi confronti sulla pianificazione dei singoli programmi di ricerca, ha portato docenti i tre docenti con i tutor Sara Cacciola, Chiara Scali, Domenico Tosto, Gabriella Falcomatà, Stefania Raschi, Giuseppe Failla, a perseguire il comune obiettivo della redazione di uno strumento applicativo quale guida alla realizzazione di interventi sull’esistente e relativamente alle nuove costruzioni. In tale direzione sono confluiti e sono stati elaborati informazioni e dati fin’ora ottenuti dall’attività specifica svolta da ciascun componente del gruppo e che hanno portato ai primi incoraggianti risultati, che sono fra l’altro oggetto di pubblicazioni nazionali ed internazionali fra le quali si segnalano quelle per il Progetto Rehabimed, negli atti della Conferencia Regional Euromediterránea “Arquitectura Tradicional Mediterránea” PRESENTE Y FUTURO, del luglio 2007. L’ipotesi è quella di De-codificazione dell’architettura tradizionale e ri-codificazione e classificazione dei sistemi e delle tecniche costruttive e delle indicazioni migliorative in un Codice di Pratica, finalizzato alla trasmissione delle conoscenze e delle informazioni formali, tecniche e tecnologiche e alla guida degli operatori del settore nelle scelte progettuali e costruttive. L’Unità ha indagato gli aspetti morfo-tipologici e funzionali-tecnologico dell’edificato tradizionale, ponendo l’attenzione sulla possibilità di de-codificare in l’arte del costruire del Sud della Tunisia che è stata implementata nei secoli, puntando alla sua reinterpretazione ed attualizzazione attraverso la redazione di un Codice di Pratica “dedicato”, con contenuti innovativi. Il Codice vuole essere una Guida al controllo delle trasformazioni per classi di operatori nel rapporto tra architettura e clima , una guida al controllo delle invarianti tecnologiche e tipologiche. Si sono pertanto indagati le invarianti morfo-tipologiche e tecnologiche i sistemi e gli elementi strutturali e gli aspetti bioclimatici e prestazionali.

Research conducted in southern Tunisia under the Pilot Project Italian-Tunisian Study, Preservation and valorization of city-oasis in Tunisia. Pilot project in Nefta. CASE OF DE-CODING TRADITIONAL ARCHITECTURE OF OASIS- CITY SOUTH OF TUNISIA

TROMBETTA, Corrado
2010

Abstract

Il gruppo di ricerca, si è costituito spontaneamente ed in autonomia fra docenti e tutor che fanno capo al Prof. Corrado Trombetta, al Prof. Rosario Giuffrè. al Prof. Gaetano Ginex ed al Prof. Paolo Fuschi. Comunità d’intenti e di metodo, palesatasi sin dai primi confronti sulla pianificazione dei singoli programmi di ricerca, ha portato docenti i tre docenti con i tutor Sara Cacciola, Chiara Scali, Domenico Tosto, Gabriella Falcomatà, Stefania Raschi, Giuseppe Failla, a perseguire il comune obiettivo della redazione di uno strumento applicativo quale guida alla realizzazione di interventi sull’esistente e relativamente alle nuove costruzioni. In tale direzione sono confluiti e sono stati elaborati informazioni e dati fin’ora ottenuti dall’attività specifica svolta da ciascun componente del gruppo e che hanno portato ai primi incoraggianti risultati, che sono fra l’altro oggetto di pubblicazioni nazionali ed internazionali fra le quali si segnalano quelle per il Progetto Rehabimed, negli atti della Conferencia Regional Euromediterránea “Arquitectura Tradicional Mediterránea” PRESENTE Y FUTURO, del luglio 2007. L’ipotesi è quella di De-codificazione dell’architettura tradizionale e ri-codificazione e classificazione dei sistemi e delle tecniche costruttive e delle indicazioni migliorative in un Codice di Pratica, finalizzato alla trasmissione delle conoscenze e delle informazioni formali, tecniche e tecnologiche e alla guida degli operatori del settore nelle scelte progettuali e costruttive. L’Unità ha indagato gli aspetti morfo-tipologici e funzionali-tecnologico dell’edificato tradizionale, ponendo l’attenzione sulla possibilità di de-codificare in l’arte del costruire del Sud della Tunisia che è stata implementata nei secoli, puntando alla sua reinterpretazione ed attualizzazione attraverso la redazione di un Codice di Pratica “dedicato”, con contenuti innovativi. Il Codice vuole essere una Guida al controllo delle trasformazioni per classi di operatori nel rapporto tra architettura e clima , una guida al controllo delle invarianti tecnologiche e tipologiche. Si sono pertanto indagati le invarianti morfo-tipologiche e tecnologiche i sistemi e gli elementi strutturali e gli aspetti bioclimatici e prestazionali.
978-84-614-1920-3
The research group was formed spontaneously between teachers and tutors. The main responsibility goes to Prof. Trombetta, Prof. Ginex and Prof. Fuschi to pursue the common objective of drafting an application which guides the implementation of operations and on the relatively new building. In this direction have been developed information and data obtained from the specific activity carried on by each member of the group, which led to the first encouraging results, which are among the other subject of international publications including the Project Rehabimed. The hypothesis is about De-Codification of the traditional architecture and re-codification and classification of the systems and the constructive techniques and of the better indications in a Code of Practice, finalized to the transmission of the knowledge’s and the formal information, techniques and technological to the guide of the operators of the sector in the choices conceptually and constructive. The unit has investigated the aspects like morphological, functional and technological matters of the traditional setting that attention on the possibility of de-codify in the art of the building in the South of Tunisia which has been implemented in the centuries. Aiming to its reinterpretation and actualization through the editing of a Code of Practice "devoted", with innovative contained. The Code wants to be a Guide to the control of the transformations for classes of operators in the relationship between architecture and climate, a guide to the control of the invariant technology and typology. They are investigated therefore the invariant morphology. In the last months the unit of the Research set a methodology for the Decoding of the Technological, Morphological and Structural Culture aiming to the realization of a contemplating operational tool to furnish information for classes of operators. The Staff of the research program has set a methodology for the De-codification of the Technological Culture of the Environmental Planning, aiming to overcome the handbook logic thinking to a direct operational tool to the employment immediate, and therefore tense to make information for class of use. The hypothesis of De-Codification for the Code of Practice it can synthesize this way individualization, relief, description, classification and definition of the invariant typological and technological.
Traditional Architecture; Inverse canon; Code of Pratics
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/14107
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact