Negli ultimi anni è sempre più cresciuto il focus del legislatore comunitario nei confronti del ruolo strategico giocato dal potenziale umano presente nelle aree rurali. Tale attenzione, sviluppata nei diversi livelli di intervento comunitario, ha avuto nell’ambito delle politiche di sviluppo rurale alcuni soggetti privilegiati, quali le donne e i giovani, per cui sono stati previsti specifici interventi. Il presente lavoro di ricerca analizza, nell’ambito della programmazione regionale prevista in Calabria per il periodo 2000-2006, le politiche di genere e quelle a favore dei giovani in agricoltura. Lo studio, esamina la presenza femminile e giovanile in alcune significative misure attivate nell’ambito del Piano Operativo Regionale della Regione Calabria. Per ciascuna misura considerata, prevista nel programma di intervento, si analizza lo stato di avanzamento finanziario e fisico (relativo al numero di progetti finanziati), aggiornato al 31 dicembre 2005, degli interventi strutturali cofinanziati dal Fondo FEOGA, disaggregati per sesso e quando possibile per fascia di età. In particolare, le elaborazioni relative alle suddette misure del POR-Regione Calabria condotte su base comunale, sono distinte in base a diversi parametri quali il tipo d’impresa, il numero di domande, l’importo richiesto e ammesso a finanziamento per tipologia di intervento, il tipo di istanza (riconferme, nuove domande, aziende inserite in PIF) e la tipologia di territorio interessato (aree svantaggiate e non svantaggiate in base alla delimitazione comunitaria, direttiva Cee n 268/75 D.L. 146/97). Le voci più importanti sulle quali si è basata l’analisi dello stato di attuazione finanziaria sono le seguenti: la capacità finanziaria della misura ovvero il costo totale programmato; l’ammontare complessivo degli impegni; il contributo pubblico e quello privato; il quadro attuativo della misura dal punto di vista dell’avanzamento finanziario, espresso in termini di pagamenti effettuati in valore assoluto ed in percentuale sul costo totale programmato; il numero di progetti finanziati e la percentuale di essi già completati e collaudati. Si è pensato, inoltre, di riaggregare i dati comunali in nostro possesso per aree PIT (definite sulla base della delimitazione ufficiale della Regione Calabria) al fine di esaminare la distribuzione dei progetti approvati e delle risorse utilizzate dalle donne e dai giovani e misurare gli effetti quantitativi e qualitativi, per area territoriale, dei diversi interventi previsti e di effettuare delle valutazioni più pertinenti anche in relazione ai differenti percorsi di crescita che caratterizzano le molteplici aree del territorio regionale. Sono state realizzate mappe tematiche predisposte ad hoc e realizzate attraverso una spazializzazione dei dati in ambito GIS; la puntuale allocazione spaziale delle informazioni ha consentito di visualizzare la distribuzione dei progetti approvati e delle risorse utilizzate, oltre che per ciascun comune e per classi d’ampiezza, anche per aree PIT e migliorare la visibilità e l’interpretazione dei risultati ottenuti. Il lavoro di ricerca intende sottolineare l’importanza del potenziale umano interpretato dalle donne e dai giovani nello sviluppo rurale, verificando l’efficienza della distribuzione territoriale dei finanziamenti regionali, la capacità/incapacità delle donne e dei giovani calabresi di utilizzare al meglio le risorse rese disponibili dalla programmazione regionale non solo in rapporto ai finanziamenti pubblici intercettati ma anche in relazione agli investimenti privati che sono in grado di mettere in gioco.

Il ruolo delle donne e dei giovani nelle politiche di sviluppo rurale e nei programmi di intervento della Regione Calabria

NICOLOSI, Agata Carmela
2008

Abstract

Negli ultimi anni è sempre più cresciuto il focus del legislatore comunitario nei confronti del ruolo strategico giocato dal potenziale umano presente nelle aree rurali. Tale attenzione, sviluppata nei diversi livelli di intervento comunitario, ha avuto nell’ambito delle politiche di sviluppo rurale alcuni soggetti privilegiati, quali le donne e i giovani, per cui sono stati previsti specifici interventi. Il presente lavoro di ricerca analizza, nell’ambito della programmazione regionale prevista in Calabria per il periodo 2000-2006, le politiche di genere e quelle a favore dei giovani in agricoltura. Lo studio, esamina la presenza femminile e giovanile in alcune significative misure attivate nell’ambito del Piano Operativo Regionale della Regione Calabria. Per ciascuna misura considerata, prevista nel programma di intervento, si analizza lo stato di avanzamento finanziario e fisico (relativo al numero di progetti finanziati), aggiornato al 31 dicembre 2005, degli interventi strutturali cofinanziati dal Fondo FEOGA, disaggregati per sesso e quando possibile per fascia di età. In particolare, le elaborazioni relative alle suddette misure del POR-Regione Calabria condotte su base comunale, sono distinte in base a diversi parametri quali il tipo d’impresa, il numero di domande, l’importo richiesto e ammesso a finanziamento per tipologia di intervento, il tipo di istanza (riconferme, nuove domande, aziende inserite in PIF) e la tipologia di territorio interessato (aree svantaggiate e non svantaggiate in base alla delimitazione comunitaria, direttiva Cee n 268/75 D.L. 146/97). Le voci più importanti sulle quali si è basata l’analisi dello stato di attuazione finanziaria sono le seguenti: la capacità finanziaria della misura ovvero il costo totale programmato; l’ammontare complessivo degli impegni; il contributo pubblico e quello privato; il quadro attuativo della misura dal punto di vista dell’avanzamento finanziario, espresso in termini di pagamenti effettuati in valore assoluto ed in percentuale sul costo totale programmato; il numero di progetti finanziati e la percentuale di essi già completati e collaudati. Si è pensato, inoltre, di riaggregare i dati comunali in nostro possesso per aree PIT (definite sulla base della delimitazione ufficiale della Regione Calabria) al fine di esaminare la distribuzione dei progetti approvati e delle risorse utilizzate dalle donne e dai giovani e misurare gli effetti quantitativi e qualitativi, per area territoriale, dei diversi interventi previsti e di effettuare delle valutazioni più pertinenti anche in relazione ai differenti percorsi di crescita che caratterizzano le molteplici aree del territorio regionale. Sono state realizzate mappe tematiche predisposte ad hoc e realizzate attraverso una spazializzazione dei dati in ambito GIS; la puntuale allocazione spaziale delle informazioni ha consentito di visualizzare la distribuzione dei progetti approvati e delle risorse utilizzate, oltre che per ciascun comune e per classi d’ampiezza, anche per aree PIT e migliorare la visibilità e l’interpretazione dei risultati ottenuti. Il lavoro di ricerca intende sottolineare l’importanza del potenziale umano interpretato dalle donne e dai giovani nello sviluppo rurale, verificando l’efficienza della distribuzione territoriale dei finanziamenti regionali, la capacità/incapacità delle donne e dei giovani calabresi di utilizzare al meglio le risorse rese disponibili dalla programmazione regionale non solo in rapporto ai finanziamenti pubblici intercettati ma anche in relazione agli investimenti privati che sono in grado di mettere in gioco.
9788856801507
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/14703
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact