Nella Memoria viene affrontata la problematica della raccolta e del trattamento delle acque di pioggia che si accumulano nei piazzali dei porti. Tali acque creano problemi sia operativi, in quanto interferiscono con le operazioni portuali, sia ambientali, a causa delle scarse caratteristiche qualitative possedute. Come caso studio è stato presentato il sistema di raccolta e trattamento delle acque meteoriche del porto di Barletta, progettato da Veltri e Frega (2003. Esso è costituito da una grigliatura grossolana, una vasca volano ed un sistema dissabbiatore – sedimentatore – disoleatore. Il progetto parte dallo studio idrologico atto a determinare la curva di possibilità pluviometrica di progetto, ricavata attraverso i dati di pioggia registrati e raccolti presso l’Ufficio Idrologico e Mareografico di Bari. A partire dalla stima di tale curva sono state ricavate le massime portate fluviali, in funzione di diversi periodi di ritorno, mediante il metodo italiano dell’invaso, ed il relativo volume dell’evento di progetto. I valori limite di emissione sono stati valutati facendo riferimento ai Decreti L.vi n. 152/1999 e n. 258/2000.

SISTEMI DI DEPURAZIONE PER STRUTTURE PORTUALI

BARBARO, Giuseppe;
2012

Abstract

Nella Memoria viene affrontata la problematica della raccolta e del trattamento delle acque di pioggia che si accumulano nei piazzali dei porti. Tali acque creano problemi sia operativi, in quanto interferiscono con le operazioni portuali, sia ambientali, a causa delle scarse caratteristiche qualitative possedute. Come caso studio è stato presentato il sistema di raccolta e trattamento delle acque meteoriche del porto di Barletta, progettato da Veltri e Frega (2003. Esso è costituito da una grigliatura grossolana, una vasca volano ed un sistema dissabbiatore – sedimentatore – disoleatore. Il progetto parte dallo studio idrologico atto a determinare la curva di possibilità pluviometrica di progetto, ricavata attraverso i dati di pioggia registrati e raccolti presso l’Ufficio Idrologico e Mareografico di Bari. A partire dalla stima di tale curva sono state ricavate le massime portate fluviali, in funzione di diversi periodi di ritorno, mediante il metodo italiano dell’invaso, ed il relativo volume dell’evento di progetto. I valori limite di emissione sono stati valutati facendo riferimento ai Decreti L.vi n. 152/1999 e n. 258/2000.
978-88-97181-05-7
Trattamento delle acque di pioggia; Strutture portuali; Massime portate di piena; Studio idrologico; Curva possibilità pluviometrica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/15150
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact