In questa lavoro si affronta lo studio della vulnerabilità sismica dei sistemi misti muratura-c.a. utilizzati in Italia per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908. La valutazione della vulnerabilità sismica delle costruzioni richiede informazioni sul sistema costruttivo da verificare, sulla geometria delle opere e sulle caratteristiche meccaniche ed elastiche dei materiali. Si tratta di dati reperibili con onerose campagne d’indagini da condursi su ogni singolo edificio da analizzare. Le indagini necessarie per sviluppare le verifiche strutturali di un’ampia popolazione di edifici potrebbero essere notevolmente ridotte se si potessero individuare delle “classi” di strutture accomunate dal medesimo sistema costruttivo e da rilevanti similitudini strutturali. In questo caso si potrebbe approfondire lo studio analitico e sperimentale di alcuni significativi casi di studio, per poi derivare, con limitate informazioni aggiuntive, la vulnerabilità sismica di tutta la “classe” di strutture da investigare. Vengono esaminati numerosi edifici civili in “muratura intelaiata” realizzati in Calabria ed in Sicilia nel periodo 1909-1940 per verificare la possibilità di definire alcune classi di strutture omogenee ed individuare dei casi di studio sui quali condurre accurate indagini analitiche e sperimentali Gli edifici esaminati sono tutti esistenti e corredati dei relativi elaborati progettuali reperiti presso l’Archivio di Stato, gli archivi del Genio Civile e quelli del Comune di Reggio Calabria. In alcuni casi, i dati progettuali sono stati integrati con rilievi geometrici e con limitate indagini sui materiali. I progetti strutturali sono stati confrontati con le norme tecniche del tempo per valutare il grado di correlazione esistente tra le prescrizioni normative e la prassi progettuale. Il grado di coerenza tra la fase di progettazione e quella costruttiva viene riscontrato in sito con rilievi geometrici e con indagini per l’identificazione delle proprietà meccaniche ed elastiche dei materiali. Nell’ ambito di questa fase del programma di ricerca, i rilievi che si sono svolti sono prevalentemente geometrici, integrati da indagini sui materiali. La casistica esaminata dimostra che numerose costruzioni civili in “muratura intelaiata” previste dalle norme sismiche emanate dopo il terremoto del 1908, sono accomunate dal medesimo sistema strutturale e presentano rilevanti similitudini. L’omogeneità del sistema strutturale della “classe” di costruzioni esaminata , avvalorata anche da alcuni indici che ne caratterizzano la resistenza al taglio, consente di ottenere rilevanti informazioni sulle prestazioni sismiche della “classe” esaminata a partire dall’analisi approfondita di alcuni casi di studio significativi. In questa prima fase del programma di ricerca si è definito un caso di studio il cui dimensionamento deriva dall’indagine statistica delle proprietà delle costruzioni esaminate.

Gli Edifici in muratura intelaiata realizzati in Italia dopo il terremoto di Messina del 1908. Definizione di un caso di studio per la valutazione della vulnerabilità sismica

D'AMORE, Enzo
2007

Abstract

In questa lavoro si affronta lo studio della vulnerabilità sismica dei sistemi misti muratura-c.a. utilizzati in Italia per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908. La valutazione della vulnerabilità sismica delle costruzioni richiede informazioni sul sistema costruttivo da verificare, sulla geometria delle opere e sulle caratteristiche meccaniche ed elastiche dei materiali. Si tratta di dati reperibili con onerose campagne d’indagini da condursi su ogni singolo edificio da analizzare. Le indagini necessarie per sviluppare le verifiche strutturali di un’ampia popolazione di edifici potrebbero essere notevolmente ridotte se si potessero individuare delle “classi” di strutture accomunate dal medesimo sistema costruttivo e da rilevanti similitudini strutturali. In questo caso si potrebbe approfondire lo studio analitico e sperimentale di alcuni significativi casi di studio, per poi derivare, con limitate informazioni aggiuntive, la vulnerabilità sismica di tutta la “classe” di strutture da investigare. Vengono esaminati numerosi edifici civili in “muratura intelaiata” realizzati in Calabria ed in Sicilia nel periodo 1909-1940 per verificare la possibilità di definire alcune classi di strutture omogenee ed individuare dei casi di studio sui quali condurre accurate indagini analitiche e sperimentali Gli edifici esaminati sono tutti esistenti e corredati dei relativi elaborati progettuali reperiti presso l’Archivio di Stato, gli archivi del Genio Civile e quelli del Comune di Reggio Calabria. In alcuni casi, i dati progettuali sono stati integrati con rilievi geometrici e con limitate indagini sui materiali. I progetti strutturali sono stati confrontati con le norme tecniche del tempo per valutare il grado di correlazione esistente tra le prescrizioni normative e la prassi progettuale. Il grado di coerenza tra la fase di progettazione e quella costruttiva viene riscontrato in sito con rilievi geometrici e con indagini per l’identificazione delle proprietà meccaniche ed elastiche dei materiali. Nell’ ambito di questa fase del programma di ricerca, i rilievi che si sono svolti sono prevalentemente geometrici, integrati da indagini sui materiali. La casistica esaminata dimostra che numerose costruzioni civili in “muratura intelaiata” previste dalle norme sismiche emanate dopo il terremoto del 1908, sono accomunate dal medesimo sistema strutturale e presentano rilevanti similitudini. L’omogeneità del sistema strutturale della “classe” di costruzioni esaminata , avvalorata anche da alcuni indici che ne caratterizzano la resistenza al taglio, consente di ottenere rilevanti informazioni sulle prestazioni sismiche della “classe” esaminata a partire dall’analisi approfondita di alcuni casi di studio significativi. In questa prima fase del programma di ricerca si è definito un caso di studio il cui dimensionamento deriva dall’indagine statistica delle proprietà delle costruzioni esaminate.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/15443
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact