Nella presente memoria, con riferimento ad un ponte in c.a. realizzato a Reggio Calabria intorno agli anni ’30 sul quale sono state applicate nel passato le tecnologie laser scanner e georadar finalizzate alla determinazione della morfologia esterna, per la ricerca di difetti di omogeneità e per la determinazione della posizione delle armature metalliche, sono ora applicate altre tecniche non invasive con particolare riguardo a quelle che consentono la generazione di modelli 3D a partire da immagini eseguiti con comuni fotocamere digitali che, tramite l’utilizzo di software dedicati, basati su algoritmi di “Structure from Motion” (SfM) e modelli DEM (Digital Elevation Model) di qualità elevata, consentono la ricostruzione ad alta risoluzione del ponte. Le proprietà geometriche così ricavate, hanno consentito la diretta acquisizione con il programma SAP2000 che ha consentito di ottenere un esatto modello strutturale del ponte. Nel presente lavoro le diverse metodologie sono confrontate sia in termini di rapidità di acquisizione, sia in termini di mole di dati da trattare e di bontà dei risultati

APPLICAZIONE DI SISTEMI DI SCANSIONE 3D E FOTOGRAMMETRICI AL CASO DI UN PONTE IN C.A.

BARRILE, Vincenzo;PUCINOTTI, RAFFAELE
2015

Abstract

Nella presente memoria, con riferimento ad un ponte in c.a. realizzato a Reggio Calabria intorno agli anni ’30 sul quale sono state applicate nel passato le tecnologie laser scanner e georadar finalizzate alla determinazione della morfologia esterna, per la ricerca di difetti di omogeneità e per la determinazione della posizione delle armature metalliche, sono ora applicate altre tecniche non invasive con particolare riguardo a quelle che consentono la generazione di modelli 3D a partire da immagini eseguiti con comuni fotocamere digitali che, tramite l’utilizzo di software dedicati, basati su algoritmi di “Structure from Motion” (SfM) e modelli DEM (Digital Elevation Model) di qualità elevata, consentono la ricostruzione ad alta risoluzione del ponte. Le proprietà geometriche così ricavate, hanno consentito la diretta acquisizione con il programma SAP2000 che ha consentito di ottenere un esatto modello strutturale del ponte. Nel presente lavoro le diverse metodologie sono confrontate sia in termini di rapidità di acquisizione, sia in termini di mole di dati da trattare e di bontà dei risultati
978-88-89758-20-5
SFM “Structure from Motion”, Dense Image Matching, Laser Scanner
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/16381
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact