The work presented is part of an interdisciplinary project aimed to defining some routes in Calabria among the places of artistic, religious and cultural history. The new detecting techniques of Geomatics, such as GPS, automatic topography, digital photogrammetry and remote sensing have radically transformed the metric and thematic informations. At the same time, the need of interpreting and integrating in a short time the acquired information gives greater importance to digital mapping, and to information systems with spatial reference (GIS). These techniques are certainly opening up new perspectives in the acquisition and processing metric information in the field of cultural heritage. GPS surveys were conducted to determine the paths to be reported on a map. The preliminary analysis of the maps of the geographic area under study for the identification of the paths was followed by the spatial characterization of the points of interest by associating the image position. Then were detected paths and acquired all the shooting information, geographical and historical descriptions. The implementation provides for the establishment of a well-designed geodatabase that contains all the relevant information for each territorial element. After processing and filtering of the collected data paths, the maps are a georeferenced support layer for the WebGIS. The WebGIS is designed for disseminating information on the Internet by mobile devices and mobile phones with Android operating system, so that each user can easily find the information wherever they are. The information usable by mobile phone / PDA / tablet, are usable even when these devices are used as navigators for the identification of the paths.

Il lavoro che si presenta è parte di un progetto interdisciplinare volto a definire alcuni itinerari in Calabria tra i luoghi della storia artistica, religiosa e culturale. Le nuove tecniche di rilevazione della Geomatica, quali il GPS, la topografia automatica, la fotogrammetria digitale ed il telerilevamento hanno radicalmente trasformato le modalità di informazioni metriche e tematiche. Nello stesso tempo, la necessità di interpretare e integrare tra loro in un breve tempo di informazioni acquisite assegna maggiore importanza alla cartografia digitale ed ai sistemi informativi con riferimento spaziale (GIS). Queste tecniche stanno certamente aprendo nuove prospettive nel campo dell’acquisizione e dell'elaborazione metrica dell’informazione anche nel campo del patrimonio culturale.. Sono stati condotti rilievi GPS per determinare i percorsi da segnalare su una mappa. L'analisi preliminare delle mappe relative all'area geografica sotto studio per l'identificazione dei percorsi è stata seguita attraverso la caratterizzazione spaziale dei luoghi di interesse associando la posizione all'immagine. Sono stati quindi rilevati i percorsi ed acquisite tutte le informazioni fotografiche, descrizioni geografiche e storiche. L'implementazione ha previsto l'istituzione di un geodatabase ben progettato che contiene tutte le informazioni rilevanti per ogni elemento territoriale. Dopo elaborazione e filtraggio dei dati raccolti le mappe georeferenziate sono strato di supporto per il WebGIS. Il WebGIS è stato progettato per la diffusione delle informazioni su Internet, su dispositivi mobili e telefoni cellulari con sistema operativo Android, così che ogni utente possa facilmente trovare le informazioni in qualunque luogo si trovi. Le informazioni fruibili da cellulare / palmari / tablet, sono utilizzabili anche quando questi dispositivi vengono usati come navigatori per l'identificazione dei percorsi.

Un WebGis per i percorsi archeologico culturali

BARRILE, Vincenzo;
2013

Abstract

Il lavoro che si presenta è parte di un progetto interdisciplinare volto a definire alcuni itinerari in Calabria tra i luoghi della storia artistica, religiosa e culturale. Le nuove tecniche di rilevazione della Geomatica, quali il GPS, la topografia automatica, la fotogrammetria digitale ed il telerilevamento hanno radicalmente trasformato le modalità di informazioni metriche e tematiche. Nello stesso tempo, la necessità di interpretare e integrare tra loro in un breve tempo di informazioni acquisite assegna maggiore importanza alla cartografia digitale ed ai sistemi informativi con riferimento spaziale (GIS). Queste tecniche stanno certamente aprendo nuove prospettive nel campo dell’acquisizione e dell'elaborazione metrica dell’informazione anche nel campo del patrimonio culturale.. Sono stati condotti rilievi GPS per determinare i percorsi da segnalare su una mappa. L'analisi preliminare delle mappe relative all'area geografica sotto studio per l'identificazione dei percorsi è stata seguita attraverso la caratterizzazione spaziale dei luoghi di interesse associando la posizione all'immagine. Sono stati quindi rilevati i percorsi ed acquisite tutte le informazioni fotografiche, descrizioni geografiche e storiche. L'implementazione ha previsto l'istituzione di un geodatabase ben progettato che contiene tutte le informazioni rilevanti per ogni elemento territoriale. Dopo elaborazione e filtraggio dei dati raccolti le mappe georeferenziate sono strato di supporto per il WebGIS. Il WebGIS è stato progettato per la diffusione delle informazioni su Internet, su dispositivi mobili e telefoni cellulari con sistema operativo Android, così che ogni utente possa facilmente trovare le informazioni in qualunque luogo si trovi. Le informazioni fruibili da cellulare / palmari / tablet, sono utilizzabili anche quando questi dispositivi vengono usati come navigatori per l'identificazione dei percorsi.
978-88-903132-8-8
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/17877
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact