The following considerations relate to the relationship between territory and cities and their cultural heritage. This is not only for the specialization of the writer - town planner - but also because the whole of Italy is its characteristic landscape. Landscape formed by a succession of towns rich in emergencies but also formed and built by the widespread presence of minor architectural elements, many "small" masterpieces, so many stories that have drawn the territory that is today.Message of the European Landscape Convention (2000) and implementation to the Cultural Heritage of the integrated vision and strategies expressed by the European Charter of Leipzig (2007) onwards. The Rocca Paolina in Perugia, a sort of dynamic museum, is an example of how to understand the relationship between history, cities and cultural heritage.Then it requires to highlight the presence, meaning, function, and the opportunities of the existing cultural emergencies, explaining their role on a regional scale and/or urban one training citizens, i.e. the cum-cives, thus they become the first actors in the protection and enhancement of the testimonies of their civitas. That is knowledge of the city as pedagogy says Gennari (1995) and method for the construction of sense of it, the legibility of Lynch, taking into account the lessons of Arnheim (1971) and later taken over and rearticulated by Socco (2000).References:Arnheim R., 1971, Arte e percezione visiva, Milano, FeltrinelliGennari G., 1995, Semiologia della città, Venezia, MarsilioLynch K., 1974, L’immagine della città, Marsilio Editore (ed. or. The Image of the city, Cambridge, MIT, 196 Socco C., 2000, Città, Ambiente, Paesaggio. Lineamenti di Progettazione urbanistica, Torino, UTETUe, 2007, Carta di LipsiaUe, 2000, Convenzione Europea del Paesaggio, Firenze

Le considerazioni che seguono si riferiscono al rapporto tra territorio e città ed il loro patrimonio culturale. Questo non solo per la specializzazione di chi scrive - urbanista - ma anche perché la caratteristica dell’Italia tutta è il suo paesaggio. Paesaggio costituito dal succedersi di centri urbani ricchi di emergenze ma soprattutto formato e costruito dalla presenza diffusa di elementi di architettura minore, di tanti “piccoli” capolavori, di tante storie che hanno disegnato il territorio che oggi si vede. Messaggio della Convenzione Europea del Paesaggio (2000) ed applicazione al Patrimonio Culturale della indispensabile visone integrata nelle strategie europee espressa dalla Carta di Lipsia (2007) in poi. La Rocca Paolina di Perugia, sorta di museo dinamico, è un esempio di come si possa comprendere il rapporto tra storia, città e patrimonio culturale.Quindi occorre porre in evidenza la presenza, il senso, la funzione e le opportunità delle emergenze esistenti, spiegarne il ruolo a scala territoriale e/o urbanistica cioè In/Formare i cittadini, ovvero i cum-cives, affinchè siano i primi attori nella tutela e valorizzazione delle testimonianze della loro civitas. Quindi conoscenza della città come pedagogia dice Gennari (1995) e modalità di costruzione di senso di essa, la leggibilità di Lynch, tenendo conto della lezione di Arnheim (1971) poi ripresa e riarticolata da Socco (2000). Riferimenti bibliografici:Arnheim R., 1971, Arte e percezione visiva, Milano, FeltrinelliGennari G., 1995, Semiologia della città, Venezia, MarsilioLynch K., 1974, L’immagine della città, Marsilio Editore (ed. or. The Image of the city, Cambridge, MIT, 196 Socco C., 2000, Città, Ambiente, Paesaggio. Lineamenti di Progettazione urbanistica, Torino, UTETUe, 2007, Carta di LipsiaUe, 2000, Convenzione Europea del Paesaggio, Firenze

Come comunicare il patrimonio culturale per Conoscere/Tutelare/Comunicare/Strutturare il territorio e la città

ARAGONA, Stefano
2017

Abstract

Le considerazioni che seguono si riferiscono al rapporto tra territorio e città ed il loro patrimonio culturale. Questo non solo per la specializzazione di chi scrive - urbanista - ma anche perché la caratteristica dell’Italia tutta è il suo paesaggio. Paesaggio costituito dal succedersi di centri urbani ricchi di emergenze ma soprattutto formato e costruito dalla presenza diffusa di elementi di architettura minore, di tanti “piccoli” capolavori, di tante storie che hanno disegnato il territorio che oggi si vede. Messaggio della Convenzione Europea del Paesaggio (2000) ed applicazione al Patrimonio Culturale della indispensabile visone integrata nelle strategie europee espressa dalla Carta di Lipsia (2007) in poi. La Rocca Paolina di Perugia, sorta di museo dinamico, è un esempio di come si possa comprendere il rapporto tra storia, città e patrimonio culturale.Quindi occorre porre in evidenza la presenza, il senso, la funzione e le opportunità delle emergenze esistenti, spiegarne il ruolo a scala territoriale e/o urbanistica cioè In/Formare i cittadini, ovvero i cum-cives, affinchè siano i primi attori nella tutela e valorizzazione delle testimonianze della loro civitas. Quindi conoscenza della città come pedagogia dice Gennari (1995) e modalità di costruzione di senso di essa, la leggibilità di Lynch, tenendo conto della lezione di Arnheim (1971) poi ripresa e riarticolata da Socco (2000). Riferimenti bibliografici:Arnheim R., 1971, Arte e percezione visiva, Milano, FeltrinelliGennari G., 1995, Semiologia della città, Venezia, MarsilioLynch K., 1974, L’immagine della città, Marsilio Editore (ed. or. The Image of the city, Cambridge, MIT, 196 Socco C., 2000, Città, Ambiente, Paesaggio. Lineamenti di Progettazione urbanistica, Torino, UTETUe, 2007, Carta di LipsiaUe, 2000, Convenzione Europea del Paesaggio, Firenze
978-88-903829-3-2
The following considerations relate to the relationship between territory and cities and their cultural heritage. This is not only for the specialization of the writer - town planner - but also because the whole of Italy is its characteristic landscape. Landscape formed by a succession of towns rich in emergencies but also formed and built by the widespread presence of minor architectural elements, many "small" masterpieces, so many stories that have drawn the territory that is today.Message of the European Landscape Convention (2000) and implementation to the Cultural Heritage of the integrated vision and strategies expressed by the European Charter of Leipzig (2007) onwards. The Rocca Paolina in Perugia, a sort of dynamic museum, is an example of how to understand the relationship between history, cities and cultural heritage.Then it requires to highlight the presence, meaning, function, and the opportunities of the existing cultural emergencies, explaining their role on a regional scale and/or urban one training citizens, i.e. the cum-cives, thus they become the first actors in the protection and enhancement of the testimonies of their civitas. That is knowledge of the city as pedagogy says Gennari (1995) and method for the construction of sense of it, the legibility of Lynch, taking into account the lessons of Arnheim (1971) and later taken over and rearticulated by Socco (2000).References:Arnheim R., 1971, Arte e percezione visiva, Milano, FeltrinelliGennari G., 1995, Semiologia della città, Venezia, MarsilioLynch K., 1974, L’immagine della città, Marsilio Editore (ed. or. The Image of the city, Cambridge, MIT, 196 Socco C., 2000, Città, Ambiente, Paesaggio. Lineamenti di Progettazione urbanistica, Torino, UTETUe, 2007, Carta di LipsiaUe, 2000, Convenzione Europea del Paesaggio, Firenze
Identità locale; Patrimonio culturale; Pianificazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/17890
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact