The contribution, part of the Manual on the Sanitary Construction (UTET 2005), reports the results of a research conducted for the APAT - Agency for the Protection of the Environment and Territory (2003) on the Initial Environmental Analysis in hospitals as a first step for the EMAS certification. It is s faced, with an innovated approach, the issue of environmental quality in facilities that provide health services and not only and not as for the activities they are doing as for the impact they generate on the territory and for the large amount of material and energy in which they are used and processed, requiring attention both in the realization phase and especially in the management one. In particular, through a critical reading of the current legislation, also aimed to develop a definition of some procedures of prevention and / or control on the subject, we have identified a series of technologic solutions, technical tools and operational procedures needed to face, in a sustainability perspective, an issue until now solved mainly within the indoor or considered as being outside the hospital sector.

Il contributo, inserito nel Manuale sulla Edilizia Sanitaria (UTET 2005), riporta i risultati di una ricerca condotta per l’APAT – Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e Territorio (2003) sull’Analisi Ambientale Iniziale nelle strutture ospedaliere come primo passo per la certificazione EMAS. Viene affrontato con un approccio innovato , il tema della qualità ambientale nelle strutture che erogano servizi per la salute e che non solo e tanto per le attività che svolgono quanto per l’impatto che generano sul territorio e per l’ingente quantità di materia ed energia che in esse vengono impiegate e trasformate, richiedono una attenzione sia nella fase di realizzazione che soprattutto di gestione. In particolare attraverso una lettura critica della normativa, finalizzata anche alla definizione di procedure di prevenzione e/o controllo in materia, si individuano soluzione tecnologiche, strumenti tecnici e modalità operative necessari per affrontare in un ottica di sostenibilità una problematica fino ad oggi risolta per lo più in ambito indoor o considerata estranea al settore ospedaliero.

La gestione della qualità ambientale

LUCARELLI, Maria Teresa
2005

Abstract

Il contributo, inserito nel Manuale sulla Edilizia Sanitaria (UTET 2005), riporta i risultati di una ricerca condotta per l’APAT – Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e Territorio (2003) sull’Analisi Ambientale Iniziale nelle strutture ospedaliere come primo passo per la certificazione EMAS. Viene affrontato con un approccio innovato , il tema della qualità ambientale nelle strutture che erogano servizi per la salute e che non solo e tanto per le attività che svolgono quanto per l’impatto che generano sul territorio e per l’ingente quantità di materia ed energia che in esse vengono impiegate e trasformate, richiedono una attenzione sia nella fase di realizzazione che soprattutto di gestione. In particolare attraverso una lettura critica della normativa, finalizzata anche alla definizione di procedure di prevenzione e/o controllo in materia, si individuano soluzione tecnologiche, strumenti tecnici e modalità operative necessari per affrontare in un ottica di sostenibilità una problematica fino ad oggi risolta per lo più in ambito indoor o considerata estranea al settore ospedaliero.
88-02-06288-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/8583
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact