The documentary heritage preserved in the archives of Italian banks identify many research on the realizations of the buildings in the overseas countries. The study of these building projects allows us to identify the figures of Italian architects who worked in colonial countries and, in the same time, highlights the strong presence of Italian building companies. In many cases these companies were actually running the building sites, and were responsible for important changes to the projects, having to resolve on-the-spot problems during the construction of the building. There are some important architects who work al lot with the banks, and, in the same time, there are “minor” figures, many times local professional people who work inside the building companies and make the revision of the projects and attend to works directions. By reading these documents the entire building process from the original project to the various transformations required all the types of needs, come be followed: variant carried out bybuilding companies (cornerstone of the entire procedure), metric calculations, cost analyses, close correspondences between the building companies and the central bank regarding various matters, drawings of various buildings details (including safes, reinforced doors, details of internal and external finishings) with enclosed quotations and invoices for supplies for those buildings. In most files there are building project plans and successive variations. Finally, many photographs document the various building stages, the inauguration end completion of the buildings.

La documentazione conservata negli archivi delle banche italiane individua molteplici percorsi di approfondimento per la realizzazione degli edifici nei paesi d’oltremare. Lo studio dei progetti di tali insediamenti consente di individuare le figure degli architetti italiani che hanno operato nei paesi coloniali e, nello stesso tempo, evidenzia la forte presenza delle imprese italiane che, in molti casi, quali reali responsabili del cantiere, gestendone tutti le problematiche, finiscono anche per apportare modifiche sostanziali al progetto, anche in funzione della necessità di dare la soluzione alle problematiche emergenti in corso d’opera.All’interno di questo panorama emergono le figure di alcuni architetti che collaborano in modo serrato con le banche, e nel contempo esistono figure “minori” che lavorano all’interno delle imprese, molto spesso locali, che si occupano talvolta della revisione dei progetti e della direzione dei lavori.Attraverso la lettura di questa documentazione si evince l’intero percorso del cantiere, dal progetto originario alle trasformazioni dovute alle più svariate esigenze: varianti realizzate dalle imprese (caposaldo dell’intero procedura), computi metrici, analisi dei costi, corrispondenza serratissima tra le imprese e la sede per molteplici problematiche, disegni di particolari costruttivi di vario tipo (particolari di casseforti, porte corazzate, particolari costruttivi di finiture interne ed esterne) con preventivi allegati e fatture delle forniture destinate a quegli edifici. Nella maggioranza delle carpette vi sono i disegni di progetto degli edifici da realizzare e le varianti successive. Una raccolta di immagini fotografiche, infine, documenta le varie fasi del cantiere, le inaugurazioni e la realizzazione degli edifici.

The role of architects and Italian construction firms in overseas bank construction

PASSALACQUA, Francesca
2008

Abstract

La documentazione conservata negli archivi delle banche italiane individua molteplici percorsi di approfondimento per la realizzazione degli edifici nei paesi d’oltremare. Lo studio dei progetti di tali insediamenti consente di individuare le figure degli architetti italiani che hanno operato nei paesi coloniali e, nello stesso tempo, evidenzia la forte presenza delle imprese italiane che, in molti casi, quali reali responsabili del cantiere, gestendone tutti le problematiche, finiscono anche per apportare modifiche sostanziali al progetto, anche in funzione della necessità di dare la soluzione alle problematiche emergenti in corso d’opera.All’interno di questo panorama emergono le figure di alcuni architetti che collaborano in modo serrato con le banche, e nel contempo esistono figure “minori” che lavorano all’interno delle imprese, molto spesso locali, che si occupano talvolta della revisione dei progetti e della direzione dei lavori.Attraverso la lettura di questa documentazione si evince l’intero percorso del cantiere, dal progetto originario alle trasformazioni dovute alle più svariate esigenze: varianti realizzate dalle imprese (caposaldo dell’intero procedura), computi metrici, analisi dei costi, corrispondenza serratissima tra le imprese e la sede per molteplici problematiche, disegni di particolari costruttivi di vario tipo (particolari di casseforti, porte corazzate, particolari costruttivi di finiture interne ed esterne) con preventivi allegati e fatture delle forniture destinate a quegli edifici. Nella maggioranza delle carpette vi sono i disegni di progetto degli edifici da realizzare e le varianti successive. Una raccolta di immagini fotografiche, infine, documenta le varie fasi del cantiere, le inaugurazioni e la realizzazione degli edifici.
978-88-88967-98-1
The documentary heritage preserved in the archives of Italian banks identify many research on the realizations of the buildings in the overseas countries. The study of these building projects allows us to identify the figures of Italian architects who worked in colonial countries and, in the same time, highlights the strong presence of Italian building companies. In many cases these companies were actually running the building sites, and were responsible for important changes to the projects, having to resolve on-the-spot problems during the construction of the building. There are some important architects who work al lot with the banks, and, in the same time, there are “minor” figures, many times local professional people who work inside the building companies and make the revision of the projects and attend to works directions. By reading these documents the entire building process from the original project to the various transformations required all the types of needs, come be followed: variant carried out bybuilding companies (cornerstone of the entire procedure), metric calculations, cost analyses, close correspondences between the building companies and the central bank regarding various matters, drawings of various buildings details (including safes, reinforced doors, details of internal and external finishings) with enclosed quotations and invoices for supplies for those buildings. In most files there are building project plans and successive variations. Finally, many photographs document the various building stages, the inauguration end completion of the buildings.
ARCHITETTI ITALIANI ; PAESI D'OLTREMARE ; BANCHE ITALIANE ; OTTOCENTO ; NOVECENTO
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Passalacqua_2008_Presence_Architects_editor.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 787.43 kB
Formato Adobe PDF
787.43 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/8989
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact