La Corte Suprema di Cassazione, nuova-mente sollecitata, ha ribadito un indirizzo giurisprudenziale, per lo più consolidato, in ordine alla corresponsione dei tributi comu-nali per quegli edifici e/o strutture ecclesia-stiche che invocano la esenzione pur in as-senza dei requisiti che la giustificano, come nel caso della parziale destinazione dei lo-cali all’esercizio effettivo del culto

Questioni disputate a proposito di alcune esenzioni fiscali a favore degli enti ecclesiastici alla luce della recente ordinanza della Corte di Cassazione n. 38984 del 2021

Faustino de Gregorio
2022

Abstract

La Corte Suprema di Cassazione, nuova-mente sollecitata, ha ribadito un indirizzo giurisprudenziale, per lo più consolidato, in ordine alla corresponsione dei tributi comu-nali per quegli edifici e/o strutture ecclesia-stiche che invocano la esenzione pur in as-senza dei requisiti che la giustificano, come nel caso della parziale destinazione dei lo-cali all’esercizio effettivo del culto
Edifici di Culto; esenzione; tributi comunali; Concordato; Chiesa cattolica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/130307
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact