Il contributo si incentra su due profili collegati alla designazione del beneficiario nell’assicurazione sulla vita a favore di terzo: quello della indicazione per relationem (in particolare a favore degli eredi) e quello della revoca testamentaria del beneficiario. Sullo sfondo il (più apparente che reale) rapporto tra vicenda assicurativa e successione mortis causa.

L A D E S I G N A Z I O N E ( E L A R E V O C A ) D E L B E N E F I C I A R I O N E L L ’ A S S I C U R A Z I O N E S U L L A V I T A T R A C O N T R A T T O E S U C C E S S I O N E

Pirilli
2019

Abstract

Il contributo si incentra su due profili collegati alla designazione del beneficiario nell’assicurazione sulla vita a favore di terzo: quello della indicazione per relationem (in particolare a favore degli eredi) e quello della revoca testamentaria del beneficiario. Sullo sfondo il (più apparente che reale) rapporto tra vicenda assicurativa e successione mortis causa.
Assicurazione sulla vita a favore di terzo - Designazione a favore degli eredi legittimi - Assoggettamento del rapporto contrattuale alle regole in materia di successione
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
D. Pirilli Resp.civ.prev.4:2019.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 2.64 MB
Formato Adobe PDF
2.64 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/53129
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact