Commento a Corte cost. n. 131 del 2019. Riflessione critica sulla giurisprudenza che, nei casi di derubricazione del reato, non consente all'imputato di richiedere tardivamente quei riti speciali, tra cui la messa alla prova, ai quali non si poteva accedere sulla base della originaria qualificazione giuridica del fatto.

"Derubricazione" del reato e richiesta di messa alla prova

Capone, Arturo
2019

Abstract

Commento a Corte cost. n. 131 del 2019. Riflessione critica sulla giurisprudenza che, nei casi di derubricazione del reato, non consente all'imputato di richiedere tardivamente quei riti speciali, tra cui la messa alla prova, ai quali non si poteva accedere sulla base della originaria qualificazione giuridica del fatto.
Riti speciali
Messa alla prova
Qualificazione giuridica del fatto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Capone 2019 GC Derubricazione.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 137.28 kB
Formato Adobe PDF
137.28 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/54051
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact