La sentenza Brüstle della Corte di Giustizia europea in materia di brevetti sugli embrioni presenta molti aspetti nobili e positivi, ma suscita altrettanti dubbi, generando non poche incertezze in un campo di indagine particolarmente complesso. Essa forse esprime un'interpretazione esasperata di un'esigenza teoricamente giusta, ma non riesce a dare piena soluzione pratica alla delicata problematica.

La sentenza Brüstle sugli embrioni: molti pregi e… altrettanti difetti (in dialogo con Lorenza Violini)

SPADARO, Antonino
2012-01-01

Abstract

La sentenza Brüstle della Corte di Giustizia europea in materia di brevetti sugli embrioni presenta molti aspetti nobili e positivi, ma suscita altrettanti dubbi, generando non poche incertezze in un campo di indagine particolarmente complesso. Essa forse esprime un'interpretazione esasperata di un'esigenza teoricamente giusta, ma non riesce a dare piena soluzione pratica alla delicata problematica.
sentenza Brüstle; embrioni; bioetica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/9445
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact