La dimensione ambientale ricopre un ruolo rilevante in quanto apre la strada ad approcci multidimensionali dei diversi settori in gioco che si interfacciano sinergicamente durante tutto il percorso pianificatorio. Anche l’urbanistica deve adeguare i propri apparati cognitivi alle nuove competenze in materia, assumendo l’analisi delle capacità energetiche come nuovi elementi di milieu locale, oggetto di specifiche indagini conoscitive nelle elaborazioni dei piani e dei progetti urbanistici. L'impegno a ridurre il carico ambientale in un quartiere si dovrebbe integrare alla cura estetica, morfologica e paesaggistica nonché alla mobilità e alle condizioni sociali dell'ambito urbano considerato. In tale contesto bisogna considerare il tema dell’assetto energetico che dovrebbe essere affrontato come componente essenziale di un ritrovato patto tra comunità locali e il territorio interessato. Due interrogativi assumono peso centrale all'interno di questo lavoro nella ricerca dei criteri metodologici-progettuali innovativi e sostenibili per una migliore qualità urbana: 1) come si può definire la qualità urbana in termini di ecosostenibilità?; 2) quale grado di resilienza deve affrontare una piccola comunità per potersi garantire la sopravvivenza? Risanare, riconnettere e multidimensionalità sono gli imperativi etici che scandiscono la filosofia di una nuova cultura della progettazione urbanistica.

La resilienza quale paradigma per una nuova cultura progettuale ecosostenibile

Domenico Passarelli;
2017

Abstract

La dimensione ambientale ricopre un ruolo rilevante in quanto apre la strada ad approcci multidimensionali dei diversi settori in gioco che si interfacciano sinergicamente durante tutto il percorso pianificatorio. Anche l’urbanistica deve adeguare i propri apparati cognitivi alle nuove competenze in materia, assumendo l’analisi delle capacità energetiche come nuovi elementi di milieu locale, oggetto di specifiche indagini conoscitive nelle elaborazioni dei piani e dei progetti urbanistici. L'impegno a ridurre il carico ambientale in un quartiere si dovrebbe integrare alla cura estetica, morfologica e paesaggistica nonché alla mobilità e alle condizioni sociali dell'ambito urbano considerato. In tale contesto bisogna considerare il tema dell’assetto energetico che dovrebbe essere affrontato come componente essenziale di un ritrovato patto tra comunità locali e il territorio interessato. Due interrogativi assumono peso centrale all'interno di questo lavoro nella ricerca dei criteri metodologici-progettuali innovativi e sostenibili per una migliore qualità urbana: 1) come si può definire la qualità urbana in termini di ecosostenibilità?; 2) quale grado di resilienza deve affrontare una piccola comunità per potersi garantire la sopravvivenza? Risanare, riconnettere e multidimensionalità sono gli imperativi etici che scandiscono la filosofia di una nuova cultura della progettazione urbanistica.
smart city, urban regeneration, resilience
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Passarelli_2017_Planum_Resilienza_editor.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.38 MB
Formato Adobe PDF
1.38 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12318/128487
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact