Aldo Van Eyck’s designs: Magical squares and enchanted circlesAnalysing Van Eyck’s designs is almost more intriguing than talking of his architecture. His designs are a magical game of different patterns in a variation of planimetric a volumetric shape all different but all coherent, so as to reach the reach the right poetics of a work in which references and memories play a decisive role. (…) The designs of Aldo Van Eyck are strongly imbued with “archetypicality” that is anyway deep-rooted in his formation and that emerges in his works carried out in fact as works “Found” in the universe of the mental forms that he has elaborated through a careful research of the primordial nature present in the universe constructed. (…)

I densi e coloratissimi disegni di Aldo Van Eyck sono l’oggetto dell’interpretazione qui proposta. Questa interpretazione indaga l’attività dell’architetto olandese, che rappresenta una delle figure più importanti e stimolanti del panorama dell’architettura internazionale per tutti gli anni 70’ e 80’. La nozione portante del discorso critico qui presentato è quella di “conceptual sketch”. Vengono illustrati i disegni di progetto e teorici proponendo personali trascrizioni e interpretazioni grafiche , suggerendo un’aura magica come pertinente timbro espressivo delle architetture di van Eyck, così legate ad immagini di culture arcaiche.

I disegni di Aldo van Eyck: quadrati "magici" e cerchi "incantati"

GINEX, Gaetano
2011

Abstract

I densi e coloratissimi disegni di Aldo Van Eyck sono l’oggetto dell’interpretazione qui proposta. Questa interpretazione indaga l’attività dell’architetto olandese, che rappresenta una delle figure più importanti e stimolanti del panorama dell’architettura internazionale per tutti gli anni 70’ e 80’. La nozione portante del discorso critico qui presentato è quella di “conceptual sketch”. Vengono illustrati i disegni di progetto e teorici proponendo personali trascrizioni e interpretazioni grafiche , suggerendo un’aura magica come pertinente timbro espressivo delle architetture di van Eyck, così legate ad immagini di culture arcaiche.
Aldo Van Eyck’s designs: Magical squares and enchanted circlesAnalysing Van Eyck’s designs is almost more intriguing than talking of his architecture. His designs are a magical game of different patterns in a variation of planimetric a volumetric shape all different but all coherent, so as to reach the reach the right poetics of a work in which references and memories play a decisive role. (…) The designs of Aldo Van Eyck are strongly imbued with “archetypicality” that is anyway deep-rooted in his formation and that emerges in his works carried out in fact as works “Found” in the universe of the mental forms that he has elaborated through a careful research of the primordial nature present in the universe constructed. (…)
schizzo configurativo; conceptual sketch; configurazione morfologica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ginex_2011_Ikhno_Disegni_editor.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 4.51 MB
Formato Adobe PDF
4.51 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/13131
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact