Dopo la sent, cost. n. 138/2010, non sembra possibile - in assenza di una legge costituzionale - l'introduzione del matrimonio gay nell'ordinamento italiano, mentre è costituzionalmente doverosa l'adozione di una normativa di legge che tuteli le coppie gay e di fatto

Matrimonio “fra gay”: mero problema di ermeneutica costituzionale – come tale risolubile dalla Corte, re melius perpensa – o serve una legge di revisione costituzionale?

SPADARO, Antonino
2013

Abstract

Dopo la sent, cost. n. 138/2010, non sembra possibile - in assenza di una legge costituzionale - l'introduzione del matrimonio gay nell'ordinamento italiano, mentre è costituzionalmente doverosa l'adozione di una normativa di legge che tuteli le coppie gay e di fatto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/1574
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact