La nota mette in luce come, nell'ordinanza in esame, la Corte applichi al giudizio sulle leggi siciliane - che, pure, ha conservato la sua originaria "specialità" in forza dell'art. 9, c. 1, l. n. 131/2003 - le regole processuali sulla cessazione della materia del contendere di origine giurisprudenziale, consolidatEsi con riguardo al controllo sulle leggi delle Regioni ordinarie.In tal modo, benchè la stessa Corte abbia contribuito a mantenere ferma la peculiarità del controllo sulle leggi sicialiane (sent. n. 314/2003), quest'ultimo non si sottrae all'applicazione delle norme processuali a portata "generale", per come esse si atteggiano nel "diritto costituzionale vivente".

L’ord. n. 385/2006 della Corte costituzionale: tutto è cambiato nel giudizio in via principale perché nulla cambi nel controllo sulle leggi regionali siciliane?.

SALAZAR, Carmela Maria Giustina
2006

Abstract

La nota mette in luce come, nell'ordinanza in esame, la Corte applichi al giudizio sulle leggi siciliane - che, pure, ha conservato la sua originaria "specialità" in forza dell'art. 9, c. 1, l. n. 131/2003 - le regole processuali sulla cessazione della materia del contendere di origine giurisprudenziale, consolidatEsi con riguardo al controllo sulle leggi delle Regioni ordinarie.In tal modo, benchè la stessa Corte abbia contribuito a mantenere ferma la peculiarità del controllo sulle leggi sicialiane (sent. n. 314/2003), quest'ultimo non si sottrae all'applicazione delle norme processuali a portata "generale", per come esse si atteggiano nel "diritto costituzionale vivente".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/1756
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact