Silver(l)-loaded zeolites, preparc<l from both pure and impure zeolites in sodium form, were invcstigated to establish their antimicrobie activity ~gainsl Calldida alò/cm/s, Slap"ylocoa:lIs allrell.f and Sa/monella ryphi microorganism~. which are representativc of yeasts, gram-positive and gram-negative bacteria respectively. Antimicrobic aClivity was found to be vel)' rapid for S. t)'plll, slightly less rapid for S. a/ireliS and C. lllbuxms and in al1 cascs strongly dependent on the concentration of the free silvcr (I) ion. A.ntimicrobic activity deçrcases eonsiderably in the presence of silver (I) precipitating or comple.:..ing agents, such as chloride or thiosulphate Zeolitcs work by releasing controllcd amounts of silver ion without any interference with biocidal activity

E' stata studiata l'attività antimicrobica esibita da zeoliti in fomla argento, preparate per reazione di scambio ionico a partire da prodotti di sintesi parzia1mente o totalmente puri in forma sodio, su microorganismi quali Candida Albicans, Staphylococcus aureus e Salmonella tiphy rappresentativi rispettivamente di lieviti e di batteri gram+ e gram-. Si è riscontrato che i preparati zeolitici a base di argento esibiscono attività microbicida molto rapida sulla S.tiphy , meno rapida sullo S. aureus e sulla C. albicans e comunque sempre proporzionale alla concentrazione dcllo ione argento libero. B' stato inoltre osservato che la presenza di agenti precipitanti o complessanti quali gli anioni cloruro o tiosolfato riducono notevolmente l'attività amimicrobica. Il suppono zeolitico agisce come agente a rilascio controllato di ioni argento e non influenza minimamente l'attivita biocida

ANTIMICROBIC ACTIVITY AND ACTION MECHANISM OF SILVER(I)-EXCHANGED ZEOLITES

MAVILIA, Letterio;
1999

Abstract

E' stata studiata l'attività antimicrobica esibita da zeoliti in fomla argento, preparate per reazione di scambio ionico a partire da prodotti di sintesi parzia1mente o totalmente puri in forma sodio, su microorganismi quali Candida Albicans, Staphylococcus aureus e Salmonella tiphy rappresentativi rispettivamente di lieviti e di batteri gram+ e gram-. Si è riscontrato che i preparati zeolitici a base di argento esibiscono attività microbicida molto rapida sulla S.tiphy , meno rapida sullo S. aureus e sulla C. albicans e comunque sempre proporzionale alla concentrazione dcllo ione argento libero. B' stato inoltre osservato che la presenza di agenti precipitanti o complessanti quali gli anioni cloruro o tiosolfato riducono notevolmente l'attività amimicrobica. Il suppono zeolitico agisce come agente a rilascio controllato di ioni argento e non influenza minimamente l'attivita biocida
Silver(l)-loaded zeolites, preparc<l from both pure and impure zeolites in sodium form, were invcstigated to establish their antimicrobie activity ~gainsl Calldida alò/cm/s, Slap"ylocoa:lIs allrell.f and Sa/monella ryphi microorganism~. which are representativc of yeasts, gram-positive and gram-negative bacteria respectively. Antimicrobic aClivity was found to be vel)' rapid for S. t)'plll, slightly less rapid for S. a/ireliS and C. lllbuxms and in al1 cascs strongly dependent on the concentration of the free silvcr (I) ion. A.ntimicrobic activity deçrcases eonsiderably in the presence of silver (I) precipitating or comple.:..ing agents, such as chloride or thiosulphate Zeolitcs work by releasing controllcd amounts of silver ion without any interference with biocidal activity
Zeolite supportate, ioni argento, attività microbicida,agenti a rilascio controllato; Supported zeolites, silver ions, microbicidial activity,controlled release agents
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mavilia L. AC-1999.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non pubblico (Accesso privato/ristretto)
Dimensione 7.22 MB
Formato Adobe PDF
7.22 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/2212
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 3
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact