Appunti sul "regionalismo differenziato": una buona idea che può trasformarsi in disastro