Biodiversity and sustainability can express new levels of quality of artificial and natural ecosystems through an integrated model of territorial development. Starting from the strategic visions and from the operation of tactics and actions of management tools, program plans and resolutions between nations at global and local level, it is possible to overcome the ordinary tools of planning and innovation of processes at the national scale, regional and local, in order to achieve prosperity through the performances of urban areas. In this direction, the three design and process terms, which are transversal to the policies of interest of biodiversity and sustainability are: the territory (environment and landscapes), management (time and resources), communities (identity and relationships). For the experiences referable to “regenerative and circular cities”, these terms become the trajectories to be followed with the availability of devices, techniques, equipment, instruments, systems that make any type of transformation and innovation feasible. Once again, even in the case of the SSvS Agenda 2030, the technologies enabling these processes must be interested in "prototyping models and actions", effectively pursuing new paradigms on urban areas such as configurations of new inhabited landscapes.

Biodiversità e sostenibilità possono esprimere nuovi livelli di qualità degli ecosistemi artificiali e naturali attraverso un modello integrato di sviluppo del territorio. Prendendo le mosse dalle visioni strategiche e dall’operatività di tattiche ed azioni degli strumenti di gestione, dei piani-programma e delle risoluzioni tra nazioni a livello globale e locale, si possono superare gli ordinari strumenti di pianificazione e innovazione dei processi alla scala nazionale, regionale e locale, al fine di raggiungere la prosperità attraverso le performances delle aree urbane. In tale direzione i tre termini progettuali e processuali, che sono trasversali alle politiche di interesse della biodiversità e della sostenibilità sono: il territorio (ambiente e paesaggi), la gestione (tempo e risorse), le comunità (identità e relazioni). Per le esperienze riferibili alle “città rigenerative e circolari”, tali termini divengono le traiettorie da percorrere con la disponibilità di dispositivi, tecniche, apparati, strumentazioni, sistemi che rendono fattibile ogni tipo di trasformazione ed innovazione. Ancora una volta, anche nel caso della SSvS Agenda 2030, le tecnologie abilitanti tali processi, devono interessarsi di “prototipare modelli e azioni”, perseguendo di fatto nuovi paradigmi sui temi delle aree urbane quali configurazioni di nuovi paesaggi abitati.

L’equazione di resilienza SOSTENIBILITA’ + BIODIVERSITA’= PERFORMANCES x PROSPERITY. Tecnologie Abilitanti per le città circolari attraverso l’Agenda SSvS 2030

NAVA, Consuelo
Membro del Collaboration Group
2019

Abstract

Biodiversità e sostenibilità possono esprimere nuovi livelli di qualità degli ecosistemi artificiali e naturali attraverso un modello integrato di sviluppo del territorio. Prendendo le mosse dalle visioni strategiche e dall’operatività di tattiche ed azioni degli strumenti di gestione, dei piani-programma e delle risoluzioni tra nazioni a livello globale e locale, si possono superare gli ordinari strumenti di pianificazione e innovazione dei processi alla scala nazionale, regionale e locale, al fine di raggiungere la prosperità attraverso le performances delle aree urbane. In tale direzione i tre termini progettuali e processuali, che sono trasversali alle politiche di interesse della biodiversità e della sostenibilità sono: il territorio (ambiente e paesaggi), la gestione (tempo e risorse), le comunità (identità e relazioni). Per le esperienze riferibili alle “città rigenerative e circolari”, tali termini divengono le traiettorie da percorrere con la disponibilità di dispositivi, tecniche, apparati, strumentazioni, sistemi che rendono fattibile ogni tipo di trasformazione ed innovazione. Ancora una volta, anche nel caso della SSvS Agenda 2030, le tecnologie abilitanti tali processi, devono interessarsi di “prototipare modelli e azioni”, perseguendo di fatto nuovi paradigmi sui temi delle aree urbane quali configurazioni di nuovi paesaggi abitati.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/3049
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact