Diritti e algoritmi: la gig economy e il “caso Foodora”, tra giudici e legislatore