Su alcune estensioni del teorema del minimax e riflessi nella teoria dei giochi non cooperativi a due persone a somma nulla