La Suprema Corte e l'oggetto del giudizio di accertamento dell'obbligo del terzo ex art. 548 cpc: una condivisibile premessa per una poco accettabile conclusione