Il disegno di legge sulla "buona scuola": qualche notazione alla luce del principio di legalità sostanziale