L'accordo del 28 giugno 2011 (e i suoi avversari). Un commento a caldo.