Poesia apocalittica e morte dell'arte: Martensen, Heiberg e Kierkegaard