Sul giudizio di convenienza degli investimenti nel settore irriguo (nota II)