Travel stories are very important to reconstruct the historical aspect of the Mediterranean coastlines. One of the most important travel stories is the manuscript entitled: Itinerario e viaggio dell'armata navale di Barbarossa sino in Levante, preserved in the Bibliothèque Inguimbertine based in Carpentras. In the manuscript, the author, the learned priest Jérome Maurand, describes the journey by sea from Antibes to Constantinople in 1544. Maurand was the chaplain of the French fleet, commanded by Antoine Escalin des Aimars, called Polin, which, after the Siege of Nice, had to take back home the Ottoman galleys and their captain, Khair ad-dīn, better known as Barbarossa. During the journey, Maurand recounts the events and, in particularly, describes the many lands and cities that he sees, and composes 32 drawings of them.The manuscript is an important historical testimony, even for the presence of its rich iconography, which consists in original drawings, not derived from other, previous or contemporary. The research that is being conducted, and of which this paper aims to present the first results, it aims to demonstrate that these images, taken together, constitute an interesting historical documentary source of the layout of Mediterranean cities and of the image that they gave of themselves, to a French savant of the sixteenth century.

Per la ricostruzione dell’assetto storico delle coste mediterranee assumono particolare importanza le narrazioni odeporiche. Tra queste si annovera il manoscritto titolato Itinerario e viaggio dell'armata navale di Barbarossa sino in Levante, oggi custodito presso la Bibliothèque Inguimbertine di Carpentras, in cui è raccontato il viaggio per mare da Antibes fino a Costantinopoli compiuto nel 1544 dal suo autore: l’erudito sacerdote Jérome Maurand. Maurand era il cappellano della flotta francese, comandata da Antoine Escalin des Aimars, detto Polin, il cui compito era riaccompagnare in patria le galere ottomane e il generale Khair ad-dīn, più conosciuto come Barbarossa, dopo l’assedio di Nizza. Nel corso del suo viaggio, egli raccontava gli eventi e soprattutto le numerose terre e città che aveva modo di osservare, producendo anche 32 disegni che le illustrano in prospettiva. L’opera è una importante testimonianza storica, anche per questo ricco apparato iconografico, composto di disegni originali, che non mostrano alcun debito nei confronti dell’altra iconografia precedente o coeva. La ricerca che si sta conducendo, e di cui questo saggio vuole presentare i primi risultati, mira a dimostrare invece che tali immagini, nel loro insieme, possono costituire una interessante fonte storico-documentaria sull’assetto delle città mediterranee e sull’immagine che, agli occhi di un erudito francese del XVI secolo, esse davano di sé.

Immagini di città nell'Itinerario e viaggio di Jérome Maurand (1544)

SCAMARDI', Giuseppina
2017

Abstract

Per la ricostruzione dell’assetto storico delle coste mediterranee assumono particolare importanza le narrazioni odeporiche. Tra queste si annovera il manoscritto titolato Itinerario e viaggio dell'armata navale di Barbarossa sino in Levante, oggi custodito presso la Bibliothèque Inguimbertine di Carpentras, in cui è raccontato il viaggio per mare da Antibes fino a Costantinopoli compiuto nel 1544 dal suo autore: l’erudito sacerdote Jérome Maurand. Maurand era il cappellano della flotta francese, comandata da Antoine Escalin des Aimars, detto Polin, il cui compito era riaccompagnare in patria le galere ottomane e il generale Khair ad-dīn, più conosciuto come Barbarossa, dopo l’assedio di Nizza. Nel corso del suo viaggio, egli raccontava gli eventi e soprattutto le numerose terre e città che aveva modo di osservare, producendo anche 32 disegni che le illustrano in prospettiva. L’opera è una importante testimonianza storica, anche per questo ricco apparato iconografico, composto di disegni originali, che non mostrano alcun debito nei confronti dell’altra iconografia precedente o coeva. La ricerca che si sta conducendo, e di cui questo saggio vuole presentare i primi risultati, mira a dimostrare invece che tali immagini, nel loro insieme, possono costituire una interessante fonte storico-documentaria sull’assetto delle città mediterranee e sull’immagine che, agli occhi di un erudito francese del XVI secolo, esse davano di sé.
Travel stories are very important to reconstruct the historical aspect of the Mediterranean coastlines. One of the most important travel stories is the manuscript entitled: Itinerario e viaggio dell'armata navale di Barbarossa sino in Levante, preserved in the Bibliothèque Inguimbertine based in Carpentras. In the manuscript, the author, the learned priest Jérome Maurand, describes the journey by sea from Antibes to Constantinople in 1544. Maurand was the chaplain of the French fleet, commanded by Antoine Escalin des Aimars, called Polin, which, after the Siege of Nice, had to take back home the Ottoman galleys and their captain, Khair ad-dīn, better known as Barbarossa. During the journey, Maurand recounts the events and, in particularly, describes the many lands and cities that he sees, and composes 32 drawings of them.The manuscript is an important historical testimony, even for the presence of its rich iconography, which consists in original drawings, not derived from other, previous or contemporary. The research that is being conducted, and of which this paper aims to present the first results, it aims to demonstrate that these images, taken together, constitute an interesting historical documentary source of the layout of Mediterranean cities and of the image that they gave of themselves, to a French savant of the sixteenth century.
Iconografia urbana, Fortificazioni, Jérome Maurand, Mediterraneo, Khayr ad-din Barbarossa, Francia, XVI secolo; Urban iconography, Fortifications, Jérome Maurand, Mediterranean Sea, Khayr ad-din Barbarossa, France, XVIth century
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Scamardi_2017_StoriaUrbana_Maurand_editor.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.6 MB
Formato Adobe PDF
1.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/3415
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact