Una volta compresa la tipologia della chiesa e parzialmente ricostruita la sua storia, si è passati allo studio del manufatto architettonico dell’Altare Maggiore, eseguendone un attento rilievo, che ha permesso di cogliere rapporti e proporzioni tra le sue parti componenti, facendo capire come quell’armonia immediatamente percepibile, derivava da un attento studio progettuale dell’artista roglianese, che, quindi, può essere annoverato tra i grandi interpreti del linguaggio rinascimentale in Calabria.

L’altare maggiore della Chiesa dell’Annunziata a Belcastro

Scamardi' Giuseppina;Mussari Bruno
1992

Abstract

Una volta compresa la tipologia della chiesa e parzialmente ricostruita la sua storia, si è passati allo studio del manufatto architettonico dell’Altare Maggiore, eseguendone un attento rilievo, che ha permesso di cogliere rapporti e proporzioni tra le sue parti componenti, facendo capire come quell’armonia immediatamente percepibile, derivava da un attento studio progettuale dell’artista roglianese, che, quindi, può essere annoverato tra i grandi interpreti del linguaggio rinascimentale in Calabria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12318/4846
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact