Il soggetto come logos del diritto